Morta Cristina Magrini, in stato vegetativo da 38 anni

Emilia Romagna
@ANSA
a99221ecc7ce34d073813ec6d029e1d4

Nel 2011 aveva ricevuto la cittadinanza onoraria di Bologna

Cristina Magrini, la donna bolognese che da 38 anni viveva in stato di minima coscienza, è morta oggi all'età di 53 anni all'ospedale Maggiore di Bologna, dov'era ricoverata da alcuni giorni. La triste storia di Cristina e di suo padre Romano, che si è sempre battuto per il diritto all'assistenza, anche grazie al sostegno dell'associazione che porta il nome della figlia (Insieme per Cristina onlus), era cominciata il 18 novembre del 1981, quando l'allora 15enne venne investita sotto casa, a Bologna, finendo in coma vigile. Nel 2011 il sindaco Virginio Merola diede alla donna la cittadinanza onoraria e l'anno seguente, insieme al padre, venne ospitata nella Casa di accoglienza per famiglie con persone in stato vegetativo: una struttura mononucleare aperta negli spazi di Villa Pallavicini. Anche il vescovo di Bologna, monsignor Matteo Maria Zuppi, rimase molto toccato dalla vicenda della famiglia Magrini e ogni anno in occasione del compleanno della donna si è recato a farle visita.
   

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.