Omicidio per liti di vicinato, ergastolo

Emilia Romagna
@ANSA
377843bcf95859ffc4152a9575f28c61

Gli sparò nel 2017 davanti alla moglie e ai due figli piccoli

È stato condannato all'ergastolo, in rito abbreviato a Reggio Emilia, Giampaolo Dall'Oglio, 65 anni, accusato dell'omicidio di Francesco Citro.
    Il giovane di 31 anni era stato assassinato davanti alla moglie e ai due bimbi piccoli, il 23 novembre 2017 nel suo appartamento di Villanova di Reggiolo, nella Bassa Reggiana, per banali liti di vicinato, rancori covati per anni. Stando alle ricostruzioni degli inquirenti a uccidere sarebbe stato proprio il vicino di casa, nonostante si sia sempre dichiarato innocente. A incastrare l'imputato sono stati i residui di polvere da sparo trovati dai Ris sui suoi indumenti e la testimonianza della moglie, presente in casa al momento gesto. Anche il pm aveva chiesto il massimo della pena. All'uomo erano contestati anche l'incendio doloso e il tentato omicidio degli altri familiari (moglie e due bimbi) e di un ospite.
   

Bologna: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.