Rifiuta nozze combinate, picchiata

Emilia Romagna
34cd72976f33102d90c18afb1ab47566

Si rifugia da vicini condominio che chiamano i Carabinieri

(ANSA) - BOLOGNA, 9 DIC - Picchiata dai suoi genitori perché rifiuta le nozze combinate. Protagonista della vicenda - riportata dalla Gazzetta di Modena - una giovane pakistana abitante a Carpi, nel Reggiano che, per sfuggire all'ira dei familiari, si è rifugiata dai vicini di casa e ora si trova ospitata in un centro di accoglienza per donne vittime di violenza.
    I fatti, racconta il quotidiano locale, risalgono alla serata di venerdì quando la ragazza da poco maggiorenne ha bussato alla porta dei vicini di condominio chiedendo rifugio dai genitori che, a suo dire, la avevano picchiata dopo avere raccontato di essere innamorata di un giovane pakistano diverso da quello che i parenti avevano scelto per le sue nozze combinate.
    Ascoltate le parole della ragazza, i vicini - due amici - hanno chiamato i Carabinieri. Fuori dalla loro porta le urla dei familiari alla ricerca della giovane per ricondurla a casa.
    La giovane, conclude il quotidiano modenese, è stata accompagnata in un centro per donne vittime di violenza.
   

Bologna: I più letti