Benigni al Bif&st di Bari saluta in dialetto

Puglia
8d2ae9fa720d0f78d1f9eb35f6d7ed04

Il premio Oscar dal palco in piazza chiede casa a sindaco Decaro

(ANSA) - BARI, 29 AGO - "Awe, come stat? Felice di essere a Bari di nuovo, è una città che amo tantissimo. C'è Decaro in sala? Che bel sindaco. Voglio credergli se mi trova una casetta qua intorno, dove mangiare patate riso e cozze e sgagliozze". Il premio Oscar Roberto Benigni ha salutato così, con la prima battuta in dialetto, il pubblico del Bif&st, il Bari international film festival, dove questa sera riceve il premio Alberto Sordi come miglior attore non protagonista per il ruolo di Geppetto nel film "Pinocchio" di Matteo Garrone e il Federico Fellini Platinum Award per l'eccellenza artistica.
    E' salito sul palco di piazza Libertà accolto da un lungo e caloroso applauso, arrivando dal retroscena e accolto dal direttore del festival Felice Laudadio, con la mascherina, che poi ha tolto, e le braccia al cielo.
    "Antonio vieni qua - ha detto al sindaco Decaro seduto in platea - , ci baciamo in bocca, pure col Covid. La prossima volta vengo io con un regalo per te".
    Sul palco, dopo i saluti, dialoga con il regista e giornalista David Grieco, parlando del film Pinocchio, di Fellini, di Checco Zalone e della Puglia, "il più grande set cinematografico d'Europa - dice -. Se farò un altro film lo verrò a girare in Puglia sicuramente". (ANSA).
   

Bari: I più letti