Corte Ue, 70mln a FSE aiuti di stato

Puglia
@ANSA
f9f4f7c6428aa0f94075acdebb5dfc7e

Accolto ricorso Arriva Italia e altre contro Ministero trasporti

(ANSA) - BRUXELLES, 19 DIC - Lo stanziamento di 70 milioni di euro da parte del ministero dei Trasporti a favore di Ferrovie del Sud Est (Fse) e la cessione di sue partecipazioni in Fse a Ferrovie dello Stato Italiane costituiscono aiuti di Stato non notificati alla Commissione europea. Lo ha stabilito la Corte di giustizia Ue, che oggi si è espressa sul ricorso presentato da Arriva Italia e altre società di trasporto pubblico contro il decreto del gennaio 2016 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Le società di trasporto pubblico e ferroviario avevano fatto ricorso al Tar del Lazio contro la decisione del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti del gennaio dello stesso anno, che prevedeva lo stanziamento di 70 milioni di euro a favore di Fse e il trasferimento dell'intera sua partecipazione in Fse a Fsi, il cui capitale è interamente detenuto dal Ministero dell'Economia. In cambio, Fsi non ha versato alcun corrispettivo ma si è impegnata a rimediare ad ogni disequilibrio patrimoniale di Fse.
   

Bari: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24