Abuso edilizio a Champdepraz, tre condanne a sei mesi

Valle D'Aosta
e91f38682c73482c5deb171855ab5262

Pena sospesa se demoliranno opere. Nessun reato ambientale

Il giudice monocratico di Aosta, Marco Tornatore, ha condannato a sei mesi e 30 mila euro di ammenda Federica Berger, Paola Allietto e l'ex sindaco di Champdepraz, Jury Corradin, quest'ultimo a processo in qualità di progettista. Erano accusati di abuso edilizio. Assolti, invece dall'accusa di discarica abusiva. Il giudice ha disposto la sospensione della pena se entro tre mesi demoliranno le opere considerate abusive e ripristineranno il luogo allo stato ''originale''. Assolti da tutti i capi di imputazione gli altri due imputati: Luigi Berger e il figlio Gianluca.
    Le accuse riguardano i lavori di riqualificazione di un'area di proprietà della famiglia Berger, lungo il torrente Chalamy a Champdepraz, svolti senza le autorizzazioni. Da qui l'ipotesi di reato di abuso edilizio. E' invece caduta l'accusa per cui avrebbero utilizzato un'area di proprietà della società Alfatech srl per stoccare oltre 10 mila tonnellate di fresato d'asfalto.
    Il giudice ha disposto su questo l'assoluzione per tutti.
   

Aosta: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24