Lavevaz, anomalo spazio dedicato da media a inchieste sanità

Valle D'Aosta
aosta

Per presidente "documenti conditi da considerazioni generali"

"I documenti che sono stati trattati dai cronisti sono conditi da considerazioni di ordine generale e difficilmente riconducibili a eventi specifici". Attacco frontale del presidente della Regione Erik Lavevaz contro gli organi di informazione in merito alle inchieste della procura di Aosta sulla sanità valdostana. "Il punto di partenza - ha detto - è una richiesta di archiviazione per un'inchiesta che ha coinvolto i vertici dell'Azienda sanitaria e dell'Assessorato.
    Credo che sia anomalo che l'ampio spazio dedicato dai mezzi di informazione coincida con una richiesta di archiviazione".
    Per quanto riguarda "l'intervento dell'assessore" che "ha permesso di risolvere una criticità che avrebbe altrimenti bloccato interventi chirurgici salvavita", Lavevaz ha punto il dito contro i media: "Trovo molto, molto grave che siano state pubblicate situazioni cliniche di alcuni pazienti: si tratta di un evidente violazione delle più elementari indicazioni di tutela dei dati sensibili". Inoltre ha definito "allusioni" quelle in merito a "interessamenti su assunzioni interinali".
    Concludendo: "Credo che ci voglia più rispetto per le persone e per il lavoro di tutti, senza strumentalizzazioni e manipolazioni".
    Dai banchi dell'opposizione il capogruppo di Pour l'Autonomie Marco Carrel ha risposto a Lavevaz che "se lei dice che quanto emerge dai giornali non è vero, credo esistano altri mezzi per agire".

Aosta: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24