Sanità: Usl Vda a sanitari, stop a interviste non concordate

Valle D'Aosta
aa47ffb2dbfa4bab047e6248971f5db0

Lettera del commissario Uberti ai dirigenti dell'azienda

"Le richieste di interviste, di partecipazione a trasmissioni televisive o radiofoniche, di collegamenti con organi di informazione online nonché qualsiasi dichiarazione a mezzo stampa devono essere autorizzate preventivamente dalla Direzione aziendale. Il professionista dovrà indicare la testata giornalistica, il giorno dell'intervista e l'argomento su cui verterà l'intervista. Il professionista dovrà attenersi strettamente al tema dell'intervista". Lo ha scritto l'Usl della Valle d'Aosta - il 23 agosto scorso - in una lettera firmata dal commissario Massimo Uberti e inviata ai dirigenti medici per regolare i rapporti con gli organi di informazione. L'iniziativa è stata adottata "in seguito al crescente numero di interviste richieste dagli organi di informazione e rilevato il fatto che più volte la Direzione strategica non è al corrente delle dichiarazioni rilasciate ai giornalisti, dell'oggetto e del contenuto delle interviste", rammentando che "la gestione dei rapporti con i mezzi di informazione è affidata all'ufficio stampa".

Usl Vda, polemica su procedura in vigore da decennio - "E' con stupore che apprendiamo di una polemica in merito ad una procedura per la comunicazione aziendale in vigore da oltre un decennio. Infatti, nella nota inviata ai Direttori delle strutture complesse e semplici aziendali il 23 agosto si rimanda chiaramente alle precedenti comunicazioni del 2010 e 2014 sullo stesso argomento". Lo precisa l'Usl della Valle d'Aosta in merito alla lettera inviata dal commissario al personale sanitario relativamente ai rapporti con gli organi di informazione.

Fratelli d'Italia, non accade neanche a Kabul -  "Forse neanche a Kabul oggi un neo commissario Asl scriverebbe in tempo di Covid una lettera perentoria con la quale 'invita' i medici dipendenti a non rilasciare interviste alla stampa non previamente concordate con la Direzione. Succede in Vda. L'ordine dei giornalisti che dice?". Così Fratelli d'Italia commenta su twitter la lettera dell'Usl della Valle d'Aosta che 'vieta' al personale interviste non concordate preventivamente con l'azienda.

 

Aosta: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24