Morra, avvilente presidente-prefetto controllato da 'ndrangheta

Valle D'Aosta
b6822f0d11e56c8f158ecc2acfd41a61

'Valutare separazione cariche Presidente-Prefetto'

Riguardo alle attribuzioni prefettizie al presidente della Regione Valle d'Aosta, "la deputata Elisa Tripodi ha presentato in commissione affari istituzionali una risoluzione al fine di immaginare scenari istituzionali diversi per evitare conflitti di interessi, che già di per sé sarebbero gravissimi, ma se poi ci si aggiunge l'ipotesi che il presidente della Regione, nonché prefetto, sia anche in qualche modo controllato dalla 'ndrangheta, l'ipotesi diventa avvilente". Lo ha detto in un video postato su facebook il presidente della commissione parlamentare antimafia Nicola Morra. Riferendosi alle recenti motivazioni della sentenza Geenna su una presunta locale di 'ndrangheta di Aosta, Morra ha sottolineato che "in Valle d'Aosta il presidente della Regione, mandato politico, viene a coincidere con il prefetto, mandato amministrativo" e se "il presidente della Regione viene eletto grazie ai voti della 'ndrangheta e poi presiede il comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, qualche problema ci sarà".

Inoltre "se i soldi pubblici vengono gestiti da uomini che hanno avuto voti attraverso la presenza incisiva, brutale delle 'ndrine valdostane beh allora calma, - ha aggiunto Morra - ragioniamoci e domandiamoci se non sia il caso di assecondare questa risoluzione promossa da Elisa Tripodi affinché si immagini un diverso modo di controllare l'attività della politica, perché compito della prefettura è fare in modo che la politica se ne stia all'interno del suo mondo, senza esondare". "Mi raccomando amici valdostani", ha concluso Morra, "non pensate che non si debba ragionare di queste cose, altrimenti quello che vivrete tra 20 anni sarà quello che si sta adesso vivendo in tante altre parte del paese che pensavano di essere immuni". "Io chiedo, questo è un appello - ha precisato Tripodi - che faccio alla comunità di stringersi, anche attorno a me, anche attorno ai consiglieri regionali, e di cercare assieme una soluzione legislativa che porti alla separazione di queste due cariche perché è importante tutelare la sicurezza dei cittadini e allontanare la criminalità organizzata dalle istituzioni, dal luogo delle decisioni democratiche".

Aosta: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24