Morto dopo lite, per perito decesso legato a caduta

Valle D'Aosta
@ANSA
cc8f4b90fef18865a87cd1825eccb94a

Chiusa inchiesta, muratore di Charvensod unico indagato

"In termini di elevata verosimiglianza si può affermare una correlazione patogenetica mediata da diverse concause tra il trauma cranico determinato dalla caduta a terra e il decesso dell'uomo". Lo scrive il medico legale Roberto Testi, consulente del gip, nell'ambito dell'incidente probatorio sulla morte di Rachid Oussalam. Aveva perso la vita a 50 anni, nella notte tra il 22 e il 23 settembre 2018, fuori da un bar-ristorante di Charvensod, dove era stato protagonista di una lite con Remo Quendoz, muratore di 47 anni.

L'udienza si è svolta stamane e la procura ha già inviato a Quendoz l'avviso di fine indagini. L'ipotesi di reato è l'omicidio preterintenzionale. Secondo il pm Francesco Pizzato, che coordinato le indagini dei carabinieri, "con atti diretti a commettere il delitto di lesioni personali o di percosse, ovverosia - segnatamente - con condotta consistita nel colpirlo sul viso, determinandone la caduta a terra, ha cagionato la morte di Rachid Oussalam".
   

Aosta: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24