'Ndrangheta: arrestato consigliere Vda

Valle D'Aosta
@ANSA
6cdbacf10175e60dcf4b97a574ae7ab8

Nell'ambito operazione carabinieri contro infiltrazione

Nell'ambito dell'operazione 'Geenna' finalizzata a contrastare infiltrazioni della 'ndrangheta in Valle d'Aosta, i carabinieri hanno arrestato 17 persone, tra cui il consigliere regionale Marco Sorbara, eletto nelle fila dell'Union Valdotaine. investigative. Già assessore comunale di Aosta, Sorbara è stato condotto in carcere. Associazione di tipo mafioso e concorso esterno nella stessa, estorsione tentata e consumata, tentato scambio elettorale politico-mafioso, traffico illecito di droga, detenzione e ricettazione di armi, favoreggiamento personale: sono le accuse nei confronti dei 16 indagati nei confronti dei quali il gip di Torino - su richiesta della Dda - ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare. Le indagini sono state avviate nel 2014 dai carabinieri di Aosta e del Ros nei confronti di alcuni esponenti della criminalità organizzata calabrese residenti ad Aosta.

Gli arrestati - I 17 destinatari di ordinanza di custodia cautelare in carcere nell'ambito dell'operazione Geenna della Dda di Torino e dei carabinieri contro la 'ndrangheta sono: Vincenzo Argirò, di 62 anni, nato a Locri (Reggio Calabria) e resiente a Caselle Torinese (Torino); Monica Carcea (44) nata a Nova Milanese (Milano) e residente a Saint-Pierre (Aosta); Francesco D'Agostino (58), nato a Polistena (Reggio Calabria) e residente a Caselle Torinese (Torino); Marco Fabrizio Di Donato (50), nato e residente ad Aosta; Roberto Alex Di Donato (41), nato e residente ad Aosta; Roberto Fabiani (46), nato a Chiaromonte (Potenza) e residente a Piossasco (Torino); Salvatore Filice (52) nato a Petilia Policastro (Crotone) e residente ad Aosta; Alessandro Giachino (40), nato ad Aosta e residente ad Aymavilles (Aosta); Ludovico Lucarini (62) nato a Palermo e residente a Piossasco (Torino); Francesco Mammoliti (48), nato a Opladen (Germania) e residente a Saint-Vincent (Aosta); Bruno Nirta (61) nato e residente a San Luca (Reggio Calabria); Nicola Prettico (38) nato e residente ad Aosta; Antonio Raso (51) nato a San Giorgio Morgeto (Reggio Calabria) e residente ad Aosta; Rocco Rodi (45) nato a Locri (Reggio Calabria) e residente a Bovalino (Reggio Calabria); Carlo Maria Romeo (60) nato a Bovalino (Reggio Calabria) e domiciliato a Torino; Marco Sorbara (51) nato e residente ad Aosta; Bruno Trunfio (49) nato a Chivasso (Torino) era già detenuto nella casa circondariale di Genova. 

Operazione Geenna, confermata 'locale' in Vda - L'operazione Geenna dei carabinieri ha permesso di accertare, per la prima volta dal punto di vista giudiziario, l'esistenza di un'articolazione territoriale di matrice 'ndranghetista, identificabile nella 'locale' di Aosta. Inoltre, secondo gli inquirenti, sono emersi coinvolgimenti tra alcuni politici e il sodalizio criminale. Secondo gli inquirenti la 'locale' di Aosta era guidata da Marco Di Donato in qualità di capo, mentre Bruno Nirta e Antonio Raso erano i promotori e gli organizzatori. L'inchiesta ha anche accertato che l'organizzazione era dedita al narcotraffico, anche internazionale (tra Spagna e Italia), principalmente di cocaina.

Interferenze politica locale - Il sodalizio 'ndranghetista scoperto dai carabinieri ha interferito nella politica locale, sostenendo le candidature, facendo eleggere nel Consiglio comunale di Aosta uno degli associati, supportando l'azione politica e ricevendo vantaggi dagli eletti. Le indagini hanno anche documentato un chiaro tentativo di "scambio elettorale politico-mafioso" effettuato da Antonio Raso nei confronti di un referente regionale di partito.

Morra, anche in VdA Stato combatte e le fa male - "'Ndrangheta anche in Valle d'Aosta: ma con l'operazione Geenna sradichiamo anche questa struttura. Anche sotto le Alpi lo Stato combatte la mafia e le fa male". Così su twitter il presidente della Commissione parlamentare antimafia, Nicola Morra, commenta l'operazione Geenna dei carabinieri che ha permesso di accertare, per la prima volta dal punto di vista giudiziario, l'esistenza di un'articolazione territoriale di matrice 'ndranghetista, identificabile nella 'locale' di Aosta.

Union valdotaine sospenderà Sorbara e Prettico - Il Comité Fédéral dell'Union valdotaine si riunirà in serata per procedere alla "sospensione immediata" dal movimento di Marco Sorbara e Nicola Prettico "in attesa degli sviluppi successivi dell'inchiesta, rimanendo fiduciosi nel lavoro della Magistratura". E' quanto si legge in una nota dell'Union Valdôtaine che ha "appreso con sgomento la notizia degli arresti eseguiti nella mattinata di oggi". "Il Movimento prende le distanze da questa vicenda - si legge ancora - che, oltre ad essere un evento vergognoso per la Valle d'Aosta, crea un pregiudizio importante all'Union Valdôtaine ed alla sua storia".

Aosta: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.