Harrison Ford, nuovo video dell'incidente aereo sfiorato

Emergono altre immagini dell'errore nella manovra di atterraggio da parte dell'attore statunitense che lo scorso 15 febbraio lo ha portato a sfiorare lo scontro con un Boeing 737

Quarantacinque secondi di immagini  che gettano nuova luce sull'incidente aereo sfiorato da Harrison Ford alla guida del suo velivolo lo scorso 15 febbraio: un video che mostra l'errore dell'attore statunitense che lo ha portato vicino allo scontro con un Boeing 737 in un aeroporto californiano.

Rischio collisione - Il giorno dell'incidente sfiorato Ford, a bordo del velivolo d'epoca "Aviat Husky" ha rischiato la collisione con un aereo della American Airlines con all'interno oltre un centinaio di passeggeri e sei membri dell’equipaggio. L'attore statunitense stava atterrando sulla pista dell’aeroporto John Wayne di Santa Ana, in California, mentre il Boeing 737 si apprestava al decollo.

"Normale che quell'aereo sia sotto di me?" - L’errore di Ford, 74 anni, è stato quello di confondere la pista in cui dalla torre di controllo gli avevano detto di atterrare con una di rullaggio, ossia una di quelle che collegano le aree di parcheggio dei velivoli ai tracciati per decolli e atterraggi. E proprio alla torre di controllo la star del cinema ha chiesto: «È normale che quell’aereo sia sotto di me?».

L'inchiesta -
Con la sua manovra Ford ha sfiorato l'aereo mettendo in pericolo la sua incolumità e quella di molte altre persone. Per questo la Federal aviation administration, l'agenzia americana che sovrintende all'aviazione civile, ha aperto un'indagine. Se riconosciuto responsabile di negligenza, l'attore rischia la sospensione della licenza di volo.

Il precedente - Non è la prima volta che Ford, pilota appassionato e collezionista di velivoli d'epoca, ha problemi nei cieli: questo è il suo quarto incidente dal 1999, e nel marzo 2015 era rimasto ferito compiendo un atterraggio di fortuna su un campo da golf a Santa Monica. In quel caso il "Ryan Aeronautical ST3KR" del 1942 che stava pilotando aveva avuto un problema al motore.

TAG: