House of Cards 6: cosa dobbiamo aspettarci?

Inserire immagine

Venerdì 2 novembre alle 21.15 debutterà su Sky Atlantic la sesta stagione di House of Cards , il capitolo definitivo della serie che per anni ci ha portato dentro l’intricatissima vita dei coniugi Underwood. Come già sanno i fan, Frank in questa stagione non ci sarà: il personaggio di Kevin Spacey, infatti, è morto off-screen. Protagonista indiscussa è quindi Robin Wright con la sua algida e tostissima Claire, Presidente degli Stati Uniti d’America. Al suo fianco gli ambigui Mark Usher e Jane Davis, contro di lei gli agguerriti fratelli Shepherd, Bill e Annette, alla guida di un impero industriale potentissimo e molto influente. A metà strada Doug Stamper, ancora fedele a Frank, nonostante tutto. Ma cosa dobbiamo aspettarci dai nuovi episodi di House of Cards 6? Continua a leggere e scopri di più

Ora è il suo turno. Ora c'è solo lei a capo degli Stati Uniti d'America. Robin Wright è la protagonista indiscussa della sesta e ultima stagione di House of Cards, in arrivo il 2 novembre alle 21.15 in prima tv per l'Italia su Sky Atlantic.

Oltre all'interprete di Claire Underwood ritroveremo Michael Kelly (Douglas "Doug" Stamper), Jayne Atkinson (Catherine "Cathy" Durant), Patricia Clarkson (Jane Davis), Constance Zimmer (Janine Skorsky), Derek Cecil (Seth Grayson), Campbell Scott (Mark Usher), e Boris McGiver (Tom Hammerschmidt).

Tra le new entry troviamo invece Diane Lane e Greg Kinnear, che interpretano rispettivamente i fratelli Annette e Bill Shepherd, eredi di un impero industriale molto influente in politica, e Cody Fern, che interpreta Duncan, l'ambizioso figlio di Annette.

Ma cosa dobbiamo aspettarci da House of Cards 6? Abbiamo visto i primi episodi dell'ultimo capitolo della serie: ecco alcune piccole anticipazioni.

  • Frank è morto, ma è sempre presente. Non menzionarlo o non menzionare la sua morte non avrebbe avuto senso, sarebbe stato un classico caso di “elefante nella stanza”, motivo per cui gli showrunner Frank Pugliese e Melissa Gibson hanno deciso di affrontare, seppure con le dovute precauzioni, la questione. Altra cosa: ci verrà detto com’è morto. Non subito, e non in modo chiarissimo, ma ci verrà rivelato. Dov’è stato sepolto, invece, lo sappiamo già: a Gaffney, a fianco di suo padre.
  • Claire è una donna che non si lascia intimidire da niente e da nessuno, è una donna a cui è impossibile (e comunque assolutamente sconsigliato) mettere i piedi in testa, è una donna difficilmente manipolabile. E’ una donna che non ha nessuna intenzione di piegarsi, ma che sarà costretta a farlo. Però non si spezzerà. Ciò che conta è vincere la guerra, non una singola battaglia.
  • Cathy Durant è ancora viva! Nel finale dell quinta stagione, Frank l’aveva spinta giù da una scalinata, e avevamo tutti pensato che fosse morta. Ma così non è. Sarà una spina nel fianco di Claire, oppure sarà una preziosa alleata?
  • Tom Hammerschmidt e Janine Skorsky non mollano, mai. Ovviamente si imbarcheranno in nuove indagini, e ovviamente andranno a scoperchiare nuovi vasi di Pandora. Resta da capire se, finalmente, riusciranno a urlare al mondo la verità e a rendere note tutte le malefatte di Frank Underwood e altri potenti figuri, o se verranno nuovamente zittiti (e in tal caso se in “maniera definitiva”…).
  • E' chiaro che il grande scontro della sesta stagione avrebbe dovuto essere quello tra Frank e Claire, così come è chiaro che i ricchi e influenti fratelli Shepherd avrebbero dovuto essere gli alleati di Mr. Underwood in questa guerra intestina. L'uscita di scena di Kevin Spacey ha però scombussolato i piani, così i personaggi di Bill e Annette si sono trovati a scontrarsi direttamente con quello di Claire, diventando a tutti gli effetti gli antagonisti di House of Cards 6. E c'è da dire che Greg Kinnear e Diane Lane hanno fatto un ottimo lavoro. Un po' meno convincente è invece il personaggio di Duncan, il figlio di Annette, interpretato da Cody Fern, ma forse, nella seconda metà della stagione, il suo ruolo sarà più definito.
  • Doug è sempre presente, ma è seriamente provato dalla morte di Frank. Ora, infatti, dovrà trovare un nuovo senso alla sua esistenza, visto che la sua intera esistenza ha ruotato intorno a Mr. Underwood per molti, molti anni. Doug, comunque, è un "fixer" (un faccendiere, un risolutore) come ce ne sono pochi al mondo, motivo per cui Claire si ritroverà a chiedergli aiuto.
  • Anche Seth è presente all'appello, e indovinate un po' dove lo ritroviamo? Ma chiaro: al soldo degli Shepherd. Che useranno le sue conoscenze per colpire Claire nei punti in cui fa più male.
  • L'intero cast è decisamente all'altezza della situazione, ma Robin Wright in questa stagione fa veramente un lavoro fenomenale: è lei la colonna portante dell'ultimo capitolo di House of Cards. E, ultima nota, la vedremo molto spesso guardare in macchina e rivolgersi direttamente agli spettatori. Game ON.