Marin Alsop nuova direttrice della Vienna Radio Symphony Orchestra

Marin Alsop, 61 anni, è la nuova direttrice artistica della Vienna Radio Symphony Orchestra (Facebook @ClassicFM)
4' di lettura

La 61enne statunitense guiderà una delle più prestigiose orchestre del mondo. È la prima donna in questo ruolo. "Sono molto onorata. Sarà un'opportunità per cambiare le prospettive per le future generazioni"

La grande direttrice d'orchestra Marin Alsop è stata nominata direttrice artistica della Vienna Radio Symphony Orchestra, una delle più prestigiose orchestre al mondo. L'artista statunitense, 61 anni, diventa così la prima donna a ricoprire il ruolo in 50 anni dalla fondazione dell'ensemble austriaco.

"Onorata della scelta"

Alsop è unanimemente riconosciuta come una delle più grandi direttrici d'orchestra al mondo, nonché la prima donna in assoluto a dirigere l'ultima notte dei Proms, la stagione concertistica alla Royal Albert Hall di Londra. Nell'accettare il nuovo ruolo, Alsop si è detta "onorata" di assumere la carica di direttore in quella che lei ha definito "la culla della musica classica", aggiungendo che aspettava da tanto il momento in cui essere "la prima donna" non sarebbe stata più una notizia. "Sono molto onorata di essere la prima – ha ammesso Alsop - ma sono anche piuttosto scioccata del fatto che ci sia in questo anno, in questo secolo, e ci possano ancora essere 'delle prime volte' per le donne". Nel corso di un'intervista al Guardian, la nuova responsabile dell'Orchestra Sinfonica viennese ha inoltre dichiarato che il suo ruolo sarà un'opportunità per fare avanzare le donne in questi ruoli e cambiare le prospettive per le future generazioni.

Una donna alla leadership

La nomina di Marin Alsop rappresenta un grande passo avanti per l'ambiente musicale viennese, più volte criticato per la sua rigida chiusura alla partecipazione femminile. Sono passati solamente 20 anni da quando la Filarmonica decise, sotto una forte pressione dell'opinione pubblica, di accettare una donna fra i suoi musicisti. Al tempo la notizia fece scalpore per il fatto che i responsabili dell'orchestra avessero negato per ben 26 anni che una donna fra i loro musicisti era già presente - l'arpista Anna Lelkes - ma non avevano mai riconosciuto la sua presenza arrivando ad accertarsi che durante le trasmissioni televisive fossero inquadrate solamente le sue mani. La nomina di Alsop, che arriva alla vigilia del 50mo compleanno dell'orchestra, è un'inversione di tendenza. "È meraviglioso per noi essere in grado di mostrare una donna in un ruolo di leadership come questo– ha aggiunto la direttrice - anche se, ovviamente, spero che sia in fondo alla lista dei motivi alla base della scelta".

La carriera di Alsop

Alle spalle della direttrice c'è una brillante carriera coronata, nel 2013, con la direzione dell'ultima notte dei Proms, la prima affidata una donna in 118 anni di storia. Nata a New York il 16 ottobre 1956, Marin Alsop ha voluto essere direttrice d'orchestra fin dall'età di nove anni. Una scelta questa che la portò a studiare con un genio assoluto del calibro di Leonard Bernstein. Sostenitrice fervente dei programmi di sensibilizzazione per i giovani, è stata anche direttrice delle orchestre sinfoniche di San Paolo e Baltimora. A Vienna è stata scelta dagli stessi musicisti per ricoprire l'incarico che dal 2010 occupava Cornelius Meister. La nuova direttrice artistica si è anche pronunciata sul dibattito #MeToo all'interno del mondo della musica classica, dopo gli scandali che hanno colpito i suoi colleghi James Levine e Charles Dutoit. "Penso che #MeToo – ha detto Alsop - sia un grande passo avanti, ma mi preoccupo del pericolo che sia solo una fiamma di breve durata". La direttrice ha aggiunto che si aspettava che venissero fuori "molte più rivelazioni" di molestie sessuali all'interno del mondo della musica classica, invitando coloro che proteggono i responsabili a rompere il loro silenzio.

Leggi tutto
Prossimo articolo