MasterChef Italia 8, le interviste agli eliminati Anna e Giovanni

Inserire immagine
Anna e Giovanni © Sky

Anna e Giovanni hanno terminato la loro avventura alla settima puntata abbandonando per sempre la cucina di MasterChef. Rimangono in gara Alessandro, Federico, Gilberto, Giuseppe, Gloria, Guido, Loretta, Salvatore, Valeria, Verando e Virginia. In attesa del prossimo appuntamento con MasterChef 8 in Prima Tv Assoluta, tutti i giovedì alle 21.15 con un doppio episodio su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 311 o 11, leggi l'intervista agli eliminati Anna e Giovanni

Vai allo Speciale di MasterChef Italia

Anna ha 72 anni, è un'infermiera in pensione, arriva da Pecetto Torinese per portare nella cucina di MasterChef un pizzico di pepe e tanto buon umore. E' un esempio per le persone della sua età, la prova vivente che quando si cade in basso bisogna farsi forza e rialzarsi sempre a testa alta così com'è riuscita a fare lei dopo la scomparsa, qualche anno fa, del suo amato marito, soprannominato "Maciste".

Giovanni, 37 anni, vive a Napoli dove studia medicina. La sua passione più grande è la cucina, infatti è il cuoco della casa dove vive con i suoi coiquilini che l'hanno spinto a essere audace e a iscriversi al cooking show più famoso d'Italia nonché da lui molto seguito. Nella vita c'è un tempo per tutto, ma a MasterChef il tempismo è molto di più. E' un ragazzo che non si arrende e il suo percorso lo dimostra bene, prima o poi arriverà dove desidera.

Com'è andata? Ve l'aspettavate questa eliminazione o pensavate di arrivare in finale
Anna
: Io non mi aspettavo di arrivare in fondo, sono sincera.
Giovanni: Io speravo di andare un po' più avanti, ma va bene lo stesso, è andata bene.

Com'è stata come esperienza?
Anna
: Bellissima, è stata un'esperienza unica per il percorso della mia vita.
Giovanni: Anche per me, un'avventura che mi ha dato davvero dato tanto.

Com'è iniziata la storia con MasterChef?
Anna
: Tramite mio nipote Imre di quindici anni. Mi ha costretta a fare un video che non volevo fare. Mi disse: "Nonna mettiti lì e parla, sciolta". Due giorni dopo squillò il telefono, erano quelli di MasterChef, ma io non ci credevo così ho risposto: "Chi dei nipoti mi sta prendendo per il sedere"? Pensavo che MasterChef fosse un programma costruito, lo seguivo sporadicamente con i miei nipoti, e invece mi sono davvero ricreduta. Sono entrata alla cieca e mi sono detta "vada come vada"! Mi trovo qui e non so nemmeno io come, sarà il Cielo che mi protegge.
Giovanni: MasterChef è il mio programma preferito, l'ho sempre seguito e, fomentato dagli amici che mi incoraggiavano a provarci, ho preso coraggio e mi sono iscritto.

Piatto forte?
Anna
: La pasta fatta in casa.
Giovanni: Idem.

Se foste un ingrediente cosa sareste?
Giovanni
: La farina, un ingrediente semplice, ma versatile con cui si possono preparare tanti piatti.
Anna: Il miele.

O il peperoncino?
Anna
: Il miele come dolcezza, il peperoncino per lo spirito (sorride, ndr).

Chi è il vostro concorrente preferito?
Anna
: Valeria, perché con lei ho avuto un rapporto diverso, nonna-nipote. Veniva da nonna Anna, le cucinavo le mie polpettine e la sgridavo quando mangiava "porcherie"!
Giovanni: Gloria.

La prova che più vi ha deluso?
Anna
: Le polveri colorate! No no, io voglio toccare con mano i cibi autentici e vivi.
Giovanni: L'ultimo Pressure Test, quello con cui sono uscito.

Com'è stato il rapporto con i giudici?
Anna
: Bellissimo! Antonino (Chef Cannavvacciuolo) mi ricorda il mio "Maciste", anche se mio marito era un po' più basso. La prima volta che mi dissero che dovevo incontrare i giudici sono saltata da terra fino al soffitto. Ero molto emozionata!
Giovanni: Una frase detta da loro è come studiare un libro di cucina. Cannavacciuolo all'inizio mi aveva dato un "no" però poi mi ha allungato il grembiule grazie alla parmigiana e si è ricreduto. Con Bastianich c'è stata questa bromance molto divertente. Sono delle persone fantastiche, ho un bellissimo rapporto.