Video


“Catch-22”: la guerra e i suoi paradossi

Uno dei più celebri romanzi della letteratura americana arriva sul piccolo schermo grazie al genio di George Clooney

 

...

 

“Catch-22” è una serie ispirata all’omonimo romanzo di Joseph Heller e girata quasi interamente in Italia, tra Sardegna e Lazio.

 

Il conflitto secondo George Clooney

“Catch-22” è una serie originale Sky co-prodotta con Paramount Television, Anonymous Content e Smokehouse Pictures. Un progetto internazionale in sei episodi che racconta la guerra in modo cinico e distaccato, dalla prospettiva di chi è costretto a combattere avendo come unico pensiero quello di sopravvivere.

È stato George Clooney a volere fortemente la realizzazione dello show: oltre a produrlo con Grant Heslov per la loro Smokehouse Pictures, il divo americano si è occupato della regia di due episodi (il 2 e il 4), ritagliandosi anche un ruolo come attore. Dietro la macchina da presa gli si sono affiancati Grant Heslov e la candidata all’Oscar Ellen Kuras, mentre la sceneggiatura di “Catch-22” porta la firma di Luke Davies, (Lion - La strada verso casa) e David Michôd (Animal Kingdom).

 

Dalla letteratura al piccolo schermo

“Catch-22” è basata sull’omonimo romanzo antimilitarista di Joseph Heller (1961), edito in Italia da Bompiani con il titolo “Comma 22”. L’opera, considerata uno dei classici della letteratura americana del XX secolo, è stata un vero e proprio romanzo di formazione per intere generazioni.

 

La trama segue le vicende di uno squadrone di giovani aviatori dell’esercito americano di stanza in Italia, in un mondo segnato dal secondo conflitto mondiale e dagli abusi di potere. Tra loro c’è il Capitano John Yossarian (detto YoYo), un bombardiere della USA Air Force che, per evitare la guerra, aveva scelto di arruolarsi in aviazione, sperando che il secondo conflitto mondiale sarebbe durato meno del suo addestramento. Il ragazzo si trova invece nel mezzo dello scacchiere europeo, suo malgrado, con il solo obiettivo di tornare a casa prima possibile. Per essere esentato dalle missioni di volo si dichiara pazzo, finendo per incappare nel paradossale Comma 22, che stabilisce che chi è pazzo può chiedere di essere esonerato, ma nel momento stesso in cui lo richiede dimostra di non essere pazzo. Perché solo un pazzo vorrebbe continuare a volare in quelle missioni.

 

Tutte la star di “Catch-22”

Uno dei valori aggiunti di “Catch-22” è senza alcun dubbio il cast di primissimo livello che la serie può vantare. Accanto a George Clooney, che veste i panni dell’ambizioso Tenente Scheisskopf, troviamo il giovane Christopher Abbott, chiamato a prestare il suo volto al protagonista della vicenda, John Yossarian. Con loro ci sono anche l’indimenticabile “Dr.House” Hugh Laurie, nel ruolo del Maggiore de Coverley, e Kyle Chandler (Manchester by the Sea, Argo, Friday Night Lights), che interpreta il Colonnello Cathcart. Tra tanti divi internazionali, c’è spazio anche per uno dei più grandi attori italiani di sempre: Giancarlo Giannini. È lui ad interpretare Marcello, proprietario di un bordello di Roma che entrerà spesso in conflitto con i giovani soldati americani.

 

 

“Catch-22” va in onda dal 21 maggio, ogni martedì alle 21.15 su Sky Atlantic

 

Leggi tutto