Cadavere in sacco: convivente ha confessato

Friuli Venezia Giulia
@ANSA
d50f7e5d92c7a5e837abed767c41402a

A Trieste. Lui si opponeva al fatto che lei tornasse in Ucraina

(ANSA) - TRIESTE, 23 NOV - Si sarebbe opposto al ritorno nel proprio paese della convivente ucraina e perciò quest'ultima, forse per difendersi da una aggressione di lui, al culmine di una lite, lo avrebbe soffocato con un sacchetto nero di quelli utilizzati per l'immondizia, uno di quelli nei quali ne ha poi chiuso il cadavere, che ha sistemato sul balcone. E' la ricostruzione della morte di Libero Foti fatta dalla Squadra mobile di Trieste coordinata dalla Procura della Repubblica diretta da Carlo Mastelloni, che ha indagato la donna per omicidio. E' stata la stessa donna, raggiunta telefonicamente in Ucraina, a confessare l'omicidio, dapprima il 13 novembre scorso, al pm Federico Frezza e agli investigatori della Squadra Mobile, e successivamente il 21 novembre in una seconda telefonata alla presenza del suo avvocato. (ANSA).
   

Trieste: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24