Resistenza: sindaco Udine, partigiani uniti da idea libertà

Friuli Venezia Giulia
trieste

Fontanini commemora 23 giovani uccisi dai nazifascisti nel 1945

(ANSA) - UDINE, 9 FEB - "L'idea di libertà che univa questi uomini al di là delle diverse culture politiche e che li spingeva a un'azione comune contro l'ideologia nazifascista; un'idea di libertà intesa come rifiuto della violenza e dell'imposizione della propria idea e come piena realizzazione di quel processo democratico e parlamentare che poi avrebbe trovato coronamento nella nostra Costituzione". Lo ha detto oggi a Udine, il sindaco, Pietro Fontanini, in occasione della celebrazione in ricordo dei ventitré partigiani osovani e garibaldini uccisi dai nazifascisti l'11 febbraio del 1945 contro il muro del cimitero del capoluogo friulano, in risposta alla liberazione dal carcere di via Spalato di settanta prigionieri ad opera di altri partigiani. "Per questo oggi - ha proseguito il primo cittadino -, in un periodo segnato da incertezze e da nuove sfide e tensioni è importante ricordare e tenere ad esempio il loro sacrificio e condannare qualunque ideologia si ponga come obiettivo quello di negare la nostra libertà". (ANSA).
   

Trieste: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.