Coronavirus: 42% ha anticorpi nel focolaio Ischgl in Austria

Trentino Alto Adige
620198d3c8fcd014b0aae525b446177f

Il valore ufficiale più alto registrato a livello internazionale

(ANSA) - BOLZANO, 25 GIU - La località austriaca Ischgl, importante focolaio durante l'emergenza coronavirus e al centro di polemiche per presunti ritardi nel lockdown, il 42,4% degli abitanti ha sviluppato anticorpri. Si tratta del valore ufficiale più alto finora registrato a livello mondiale. In val Gardena sono infatti il 27% e a Ginevra il 10% degli abitanti con anticorpi, è stato spiegato durante una conferenza stampa.
    Lo studio incrociato di due test sierologici è stato effettuato dall'università di Innsbruck. Ha partecipato l'80% della popolazione del centro sciistico tirolese, ovvero 1.473 persone. Il valore supera sei volte quello rilevato con tampone.
    L'85% delle persone testate non si era accorto di aver contratto il virus. Secondo i responsabili dello studio, neanche Ischgl con il suo valore record può comunque rivendicare l'immunità di gregge. Il virus - secondo gli studiosi - era in circolazione già a febbraio. (ANSA).
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.