Tumori: un monitor per capire evoluzione tessuti cancerogeni

Trentino Alto Adige
c4cfcdf63d4b5dac64f3caf8c0216c8e

E' una delle applicazioni del progetto Pelm di Università Trento

(ANSA) - TRENTO, 18 OTT - Realizzare un monitor in grado di seguire in modo non invasivo come cambia la forma dei tessuti cancerogeni e, quindi, di dare informazioni sull'evoluzione della malattia e sull'efficacia della terapia. È una delle applicazioni che saranno sviluppate nell'ambito di Pelm, progetto di ricerca coordinato dall'Università di Trento e finanziato con quasi un milione di euro in tre anni dal Ministero dell'istruzione, università e ricerca tra quelli di rilevante interesse nazionale (Prin).
    Il progetto, coordinato da Lorenzo Pavesi, professore del Laboratorio Nanoscienze del Dipartimento di Fisica dell'ateneo trentino, utilizza la luce per costruire piattaforme tutte ottiche innovative per l'intelligenza artificiale. "All'interno di un'unica architettura teorica di calcolo neuromorfico e utilizzando la luce e le nanoscienze - spiega Pavesi - il progetto mira a sviluppare due piattaforme fotoniche per l'intelligenza artificiale: la prima basata sul silicio e la seconda di tipo organico-biologica".
   

Trento: I più letti