Il cervello dei neonati già pronto per riconoscere i volti

Trentino Alto Adige
trento

Ricerca del Cimec dell'Università di Trento

(ANSA) - TRENTO, 13 FEB - La percezione dei volti nei neonati sembra essere basata su un circuito corticale specializzato che è già attivo subito dopo la nascita. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricerca del Cimec dell'Università di Trento in collaborazione con i reparti di Pediatria e di Ostetricia e Ginecologia dell'Ospedale Santa Maria del Carmine di Rovereto.
    Impiegando l'elettroencefalografia e una stimolazione visiva oscillatoria lenta, i ricercatori hanno identificato un'attività corticale specifica per i volti schematici nei neonati, che si sovrappone al circuito corticale che elabora i volti in età adulta. Ora si aprono prospettive per un nuovo strumento di tipo neurologico per l'individuazione precoce dell'autismo.
    I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista scientifica "Proceedings of the National Academy of Sciences".
   

Trento: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24