Dà in sposa la figlia 15enne in matrimonio combinato: condannata madre a Torino

Piemonte

Fu la ragazzina a denunciare quanto stava accadendo chiamando il 'Telefono azzurro' per segnalare che entro pochi giorni sarebbe stata costretta a sposare un uomo di dieci anni più grande

E' stata condannata dal Tribunale di Torino per maltrattamenti in famiglia la donna che, tre anni fa, tentò di far sposare la figlia 15enne con un uomo di 10 anni più grande. E' stata condannata a un anno e quattro mesi con la condizionale. La giovane, che è stata affidata a una comunità e non vive più in famiglia, nel corso delle sue testimonianze ha ribadito più volte che alla madre, di origine egiziana, vuole "un botto di bene" e ha detto di sperare che non vada mai in carcere. 

La vicenda

Fu la ragazzina a denunciare quanto stava accadendo chiamando il 'Telefono azzurro' per segnalare che entro pochi giorni sarebbe stata costretta a sposare un uomo. Nel corso delle indagini, inoltre, è emerso che l'adolescente non era libera di usare il telefono o di uscire con le amiche e per andare a scuola doveva essere accompagnata da un parente.

Al processo si è costituita parte civile e il tribunale le ha riconosciuto il diritto a risarcimento e una provvisionale di cinquemila euro. "È una storia dolorosa per tutti", ha commentato il suo legale. 

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24