Furto di documenti all’archivio di Stato, Mario Borghezio sentito in Procura a Torino

Piemonte

L’ex europarlamentare leghista avrebbe ammesso di aver portato i documenti fuori dall'archivio, sostenendo però di averlo fatto solo allo scopo di fotocopiarli per uso personale

È stato ascoltato lunedì pomeriggio in Procura a Torino Mario Borghezio, l’ex europarlamentare leghista accusato di furto e tentato furto per aver sottratto alcuni documenti dall'Archivio di Stato del capoluogo piemontese. Nella sua abitazione, perquisita durante l’attività investigativa, sono infatti state trovate circa 700 pagine di documenti fotocopiati.

Secondo quanto si apprende, Borghezio, che dopo l‘avviso di chiusura delle indagini ha chiesto di essere sentito dai pm, avrebbe ammesso di aver portato i documenti fuori dall'archivio, sostenendo però di averlo fatto solo allo scopo di fotocopiarli per uso personale. 

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24