Coronavirus Piemonte, chiusa l'unità di crisi regionale

Piemonte

 Lo si è appreso in ambienti medici. L'attività collegiale dell'organismo è stata sospesa. Attualmente è previsto solo un turno di reperibilità

La Regione Piemonte ha chiuso l'Unità di crisi anti Coronavirus che era stata allestita a febbraio all'inizio dell'emergenza sanitaria. Lo si è appreso in ambienti medici. L'attività collegiale dell'organismo è stata sospesa e attualmente è previsto solo un turno di reperibilità. L'organismo continuerà a operare con un presidio di reperibilità tutti i giorni, 24 ore su 24, presso la Protezione civile. Il personale, che in questi mesi ha fatto parte dell'Unità di crisi, è tornato alle strutture di provenienza. Tutte le funzioni, comunque, verranno riattivate in caso di necessità. (LA DIRETTA - LO SPECIALE).

Commissario straordinario Piemonte: "Notizia positiva"

"Possiamo dire - spiega Vincenzo Coccolo, commissario straordinario per l'emergenza Coronavirus in Piemonte - che è una notizia positiva. L'Unità di crisi è stata il termometro della situazione. Con il procedere degli eventi è stata progressivamente rimodulata, e ora, in quella che dal nostro punto di osservazione è diventata una 'Fase 2' molto avanzata, ha assunto la veste attuale".

Nuova struttura in fase di allestimento

La sanità piemontese non intende però abbassare la guardia contro il Covid: è in fase di allestimento una struttura che avrà carattere ordinario - operativa presso l'Asl Città di Torino - ritagliata sulle esperienze e le competenze maturate dall'Unità di crisi.

Torino: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.