Torino, petardo lanciato durante corteo antagonisti innesca incendio nel carcere Lorusso

Piemonte

I manifestanti si erano diretti verso la casa circondariale dove sono detenuti alcuni dei partecipanti agli scontri per lo sgombero dell'Asilo di via Alessandria. L'incendio si è propagato a causa di alcune bombole a gas

Un petardo lanciato da un manifestante del corteo degli antagonisti, svoltosi ieri, domenica 10 febbraio, a Torino, ha provocato un principio di incendio nel carcere 'Lorusso e Cutugno'. Per gli inquirenti si tratterebbe di un razzo da segnalazione nautica. Il petardo è caduto nell'isola ecologica tra il padiglione 'C' e il padiglione 'B' della casa circondariale, provocando la combustione di rifiuti e un'alta colonna di fumo. Il corteo è partito da corso Cincinnato per terminare davanti al carcere, dove i manifestanti hanno intonato cori contro la polizia, hanno acceso alcuni fumogeni e lanciato il razzo.

L'incendio

Le fiamme si sono propagate in un vicino capannone, che ha subito danni tali da determinarne il crollo. Nessuna persona è rimasta coinvolta. Il cedimento dell'edificio, dove i detenuti seguivano un corso di panificazione, sarebbe stato causato dall'esplosione di bombole del gas utilizzate per l'attività lavorativa. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, che hanno spento il rogo e hanno accertato l'entità dei danni. I pompieri stanno preparando una relazione su quanto accaduto. Nel frattempo gli inquirenti hanno eseguito un sopralluogo per ricostruire la dinamica dei fatti. 

Osapp: "Grande professionalità da parte della polizia penitenziaria"

"L'episodio accaduto questa sera - dichiara Leo Beneduci, segretario generale dell'Osapp (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) - è stato fronteggiato con la massima professionalità da parte di tutto il personale di polizia penitenziaria in servizio nel turno serale, evitando che la situazione diventasse pericolosa per tutti". 

Torino: I più letti