Tokyo 2020, 3 bronzi italiani: Longo Borghini (ciclismo) Giuffrida (judo) e Zanni (pesi)

Sport
©Ansa

Delusione nel nuoto per Benedetta Pilato, fuori a sorpresa in batteria e poi squalificata. Dopo l'oro e l'argento di ieri di Dell'Aquila e Samele, ecco i bronzi delle due azzurre nella prova su strada in linea di ciclismo e nel judo 52 chili e quello nel sollevamento pesi. Sempre nel judo, Lombardo perde la sfida per il bronzo. Perdono la gara per il terzo posto anche Alice Volpi (fioretto) e Santarelli (spada). Bene gli uomini del basket e della pallanuoto e le donne del volley

Nel secondo giorno Olimpico a Tokyo 2020, arrivano la terza, la quarta e la quinta medaglia per l'Italia. Sono tre bronzi: Elisa Longo Borghini nella prova su strada in linea di ciclismo femminile, Odette Giuffrida nel judo 52 chili e Mirko Zanni nel sollevamento pesi. Il nostro Paese, dopo la medaglia d’oro e quella d’argento di ieri con Vito Dell'Aquila e Gigi Samele, registra anche la delusione nel nuoto per Gabriele Detti (solo sesto alla finale dei 400 stile libero) e Benedetta Pilato (squalificata nella batteria dei 100 rana). Nel judo ha perso la gara per il bronzo Manuel Lombardo. Nella scherma, anche Alice Volpi nel fioretto e Andrea Santarelli nella spada perdono la sfida per il terzo posto. Bene l’Italvolley femminile, il Settebello della pallanuoto e l'Italbasket maschile. Sono 18 in totale le medaglie in palio oggi. Giornata storica per due sport Olimpici esordienti: nello skateboarding il primo oro è andato al giapponese Yuto Horigomi e il surf ha fatto il suo debutto a cinque cerchi. Delle Olimpiadi ha parlato anche Papa Francesco: "In questo tempo di pandemia, siano un segno di speranza, un segno di fratellanza universale all'insegna del sano agonismo" (TOKYO: SEI AZZURRI IN QUARANTENA - LA CERIMONIA DI APERTURA).

Medaglia di bronzo per Elisa Longo Borghini

approfondimento

Da Samele alle farfalle azzurre, le medaglie dell'Italia a Tokyo

Elisa Longo Borghini ha regalato la terza medaglia di queste Olimpiadi all’Italia vincendo il bronzo nella prova su strada in linea di ciclismo femminile. La gara è stata vinta dall'austriaca Anna Kiesenhofer, in fuga praticamente dall'inizio, mentre l'argento è andato all'olandese Annemiek van Vleuten. "Ho corso con tutte le persone che mi vogliono bene nel cuore", ha commentato Longo Borghini, 29enne piemontese, che bissa la medaglia dello stesso colore di Rio. "Arriverà il giorno della vittoria", ha scherzato l'azzurra. Poi ha raccontato che "è stata una corsa sofferta, per il clima poco clemente nei nostri confronti. C'era molto tatticismo, l'Olanda voleva tenere in mano la situazione, invece l'austriaca ha sorpreso tutte e le olandesi sono rimaste fregate. Ma questo è il ciclismo, io sono contenta per il mio buon risultato e perché per me la maglia azzurra è sempre uno stimolo in più".

Judo, Odette Giuffrida vince il bronzo

vedi anche

Olimpiadi di Tokyo, il calendario: date e orari (italiani) delle gare

La seconda medaglia di giornata arriva dal judo: Odette Giuffrida è bronzo nel judo 52 chili. Nella finale per il terzo gradino del podio ha battuto per ippon l'ungherese Pupp, mentre nella semifinale aveva perso contro la giapponese Uta Abe (che poi ha vinto l'oro). "Ero venuta a Tokyo per l'oro, ma questo bronzo ha un peso davvero importante per me perché viene dopo cinque anni duri, di tanti cambiamenti, infortuni e ostacoli e quindi è una medaglia di bronzo, ma piena di orgoglio. Un bronzo che trasformerò in oro, a Parigi me lo prendo", ha commentato Giuffrida a fine gara scoppiando in un pianto liberatorio. Sempre nel judo, anche Marco Lombardo (66 kg) si è giocato il bronzo ma ha perso contro il coreano An Baul per ippon.

Il bronzo con record italiano per Mirko Zanni

Il terzo bronzo della giornata, e quinta medaglia in assoluto per l'Italia, a Tokyo 2020 arriva grazie a Mirko Zanni che ha chiuso al terzo posto la gara dei 67 kg di sollevamento pesi, alzando 322 chili complessivi, nuovo primato nazionale. La gara è stata vinta dal cinese Chen Lijun con 332 chili complessivi, mentre il colombiano Luis Mosquera Lozano ha preso l'argento. Zanni, 23enne di Pordenone, quest'anno prima del bronzo di Tokyo aveva vinto un oro agli Europei di Mosca, nello strappo.

Nella scherma perdono la sfida per il bronzo Volpi e Santarelli

Passando alla scherma, anche Alice Volpi e Andrea Santarelli hanno perso la sfida per il bronzo. L'azzurra è stata sconfitta nel fioretto femminile dalla russa Korobeynikova. Nei quarti di finale c’era stato il derby italiano tra Volpi e Arianna Errigo: in semifinale era andata Volpi, che poi ha perso 10-15 la semifinale con la russa Inna Deriglazova e 14-15 la finale per il terzo posto. Eliminata al primo turno Martina Batini. Non hanno fatto meglio gli uomini della spada: Daniele Garozzo e Marco Fichera sono usciti subito, mentre Andrea Santarelli - dopo aver perso la semifinale contro il campione del mondo in carica, l'ungherese Gergely Siklosi, 15-10 - è stato sconfitto nella finale per il terzo posto contro l'ucraino Igor Reizlin per 15-12.

Delusione per Gabriele Detti

leggi anche

Tokyo 2020: Dell'Aquila oro nel taekwondo, Samele sciabola d'argento

Delusione per Gabriele Detti: era chiamato a difendere il terzo posto di Rio 2016, ma a Tokyo si deve accontentare del sesto posto. La medaglia d'oro è andata al tunisino Ahmed Hafnaoui con il tempo di 3' 43'' 36, argento all'australiano Jack McLoughlin, bronzo allo statunitense Kieran Smith. Detti ha concluso la gara in 3' 44'' 88. “È un'occasione sprecata: non lo definirei un flop, ma con il tempo di vittoria si poteva tranquillamente fare”, ha commentato il nuotatore italiano. "Non cerco scusanti, ma questo è stato un anno davvero strano: tanti stop, le Olimpiadi si fanno, non si fanno... Forse mi ero disabituato alle gare. Ma qualcosa ho sbagliato, ora cercherò di capire e resettare”, ha aggiunto. Altri due azzurri (Alberto Razzetti e Ilaria Cusinato) erano in gara nelle finali dei 400 misti, ma entrambi hanno chiuso all'ottavo e ultimo posto. 

Nuoto, squalificata Benedetta Pilato nella batteria dei 100 rana

Sempre nel nuoto, esce di scena in modo clamoroso anche un’altra delle azzurre più attese: Benedetta Pilato è stata squalificata nella batteria dei 100 rana, dopo aver staccato un non entusiasmante quinto tempo. “Non so nemmeno io perché. È stata una gara orribile”, ha ammesso a fine gara. Avanti Martina Carraro, che vola in semifinale. Margherita Panziera in semifinale nei 100 dorso; Stefano Di Ciola e Stefano Ballo avanti nei 200 stile libero; Thomas Ceccon avanti nei 100 dorso stabilendo il record italiano in 52"49; splendida prestazione del quartetto azzurro nella staffetta 4x100 sl, che centra la finale grazie al 3'10"29 che vale anche il record italiano; benissimo Niccolò Martinenghi nei 100 rana, con il suo record italiano (58"28) che gli è valso il terzo tempo assoluto delle finali e ora aumentano le speranze di una medaglia (quella d'oro pare non poter sfuggire all'inarrivabile Peaty). Domani sarà anche la prima a Tokyo per Federica Pellegrini, in vasca nel pomeriggio per centrare la qualifica in finale dei 200 metri.

Bene pallavolo, pallanuoto e basket

Esordio molto convincente per la nazionale di pallavolo femminile, che ha schiacciato 3-0 la Russia. Tutto facile all'esordio anche per il Settebello nel torneo di pallanuoto maschile: come da pronostico, ha avuto vita facile contro il Sudafrica (sconfitto per 21-2) e adesso attende il prossimo test, certamente più impegnativo, contro la Grecia. Parte con un'importante vittoria anche l'Italbasket, a 17 anni dalla finale di Atene 2004: contro la Germania è finita 92-82. Mercoledì 28 luglio, alle 17.20 giapponesi (le 10.20 italiane), il quintetto allenato da Meo Sacchetti sfiderà l'Australia. Proprio nel basket la grande sorpresa arriva dalla sconfitta all'esordio del Team Usa contro la Francia: 83-76 il punteggio. Tornando ai colori azzurri, una vittoria e una sconfitta per l'Italia del basket femminile 3X3: le azzurre hanno vinto con la Romania (22-14) e si sono arrese alla Cina (13-22). Domani l'Italia giocherà contro Stati Uniti e Giappone, martedì 27 luglio contro la Russia.

Soddisfazione Giorgi nel tennis

Un'inattesa soddisfazione azzurra l'ha regalata il tennis: a sorpresa, Camila Giorgi (numero 58 al mondo) ha rifilato un secco 6-3 6-2 alla statunitense Brady (16 al mondo). Eliminata Jasmine Paolini, sconfitta per 6-4, 6-3 dalla ceca Petra Kvitova. Ha invece rinunciato al torneo di singolare maschile Andy Murray. Passa il primo turno la coppia Musetti-Sonego nel torneo di doppio maschile: battuti gli spagnoli Andujar-Carballes Baena 7-5 6-4. Li attende la coppia numero 1 Metkic e Pavic. Vittoria al debutto anche nel doppio femminile per Sara Errani e Jasmine Paolini: battute le statunitensi Melichar e Riske con un 6-3 5-7 e 10-2 nel super tie-break.

Canottaggio, tiro con l’arco, pugilato, tuffi, beach volley

vedi anche

Cerimonia d'apertura Olimpiadi Tokyo 2020, le immagini più belle

Continua a dispensare emozioni il canottaggio italiano, che nella mattinata giapponese ha portato in finale anche il quattro di coppia femminile, composto da Valentina Isetti, Alessandra Montesano, Veronica Lisi e Stefania. L'Italia non si qualificava a questa finale da Los Angeles '84. Dopo il passaggio ai quarti di finale, conquistato contro la Gran Bretagna, la squadra donne di tiro con l'arco è stata battuta dalla fortissima Corea del Sud. L'azzurra Giordana “Caterpillar” Sorrentino ha superato il primo turno della categoria pesi mosca (48 kg) del torneo di pugilato. Nel beach volley femminile, la coppia Marta Menegatti- Viktoria Orsi Toth ha perso 2-0 contro le russe Kholomina e Makroguzova. Nel beach volley maschile, vincono Lupo-Nicolai: la coppia, argento a Rio 2016, ha battuto i tedeschi Thole/Wickler per due set a uno. Sconfitta invece per l'altra coppia azzurra, quella formata da Rossi e Carambula, sconfitti dagli americani Gibb e Bourne per 2 set a zero. Nella gara del trampolino 3 metri sincronizzato femminile, sfuma all'ultimo tuffo il sogno della medaglia di bronzo per le italiane Elena Bertocchi e Chiara Pellacani: terze dopo i primi quattro tuffi, hanno chiuso al settimo posto.

La situazione nel tiro a volo

La campionessa olimpica uscente Diana Bacosi ha chiuso al comando - assieme alla cinese Meng Wei - la prima giornata delle qualificazioni della gara di Skeet del programma olimpico di Tokyo del tiro a volo. Ha deluso l'altra azzurra Chiara Cainero, oro a Pechino 2008 e argento a Rio, che non era in giornata e ha chiuso 24esima con 67/75. Per raggiungere la finale a sei le servirà un miracolo. In campo maschile non è andato bene l'altro campione olimpico uscente dello squadrone azzurro, Gabriele Rossetti, diciassettesimo dopo i primi 75 piattelli con il punteggio di 72. Bene il vicecampione del mondo Tammaro Cassandro, terzo con 74/75 dietro al francese Eric Delaunay e al fuoriclasse statunitense (2 ori olimpici in bacheca) Vincent Hancock. Domani ultimi tiri delle eliminatorie dello skeet e poi, nel pomeriggio di Tokyo, le finali in cui i sei qualificati ripartono da zero, quindi senza tenere conto del risultato dei turni precedenti.

Arco, sollevamento pesi, canoa, softball

Nella gara a squadre donne di tiro con l’arco, l’Italia - Chiara Rebagliati, Lucilla Boari e Tatiana Andreoli - ha chiuso al settimo posto. Nono oro consecutivo per la Corea del Sud: da quando a Seul '88 è stata inserita nel programma olimpico la gara a squadre femminile, il primo gradino del podio è sempre stato delle sudcoreane. Nella canoa, Stephanie Horn ha conquistato l’accesso alla semifinale del K1 ottenendo il quarto tempo assoluto (104.79). Nel sollevamento pesi, l'azzurro Davide Ruiu si è piazzato al sesto posto nella gara 61 kg. Per le azzurre del softball sconfitta contro il Messico: un Ko che costa alle italiane la possibilità di andare sul podio, si giocheranno il quinto-sesto posto.

Il primo oro dello skateboard alle Olimpiadi

Tra gli sport all’esordio olimpico c’è lo skateboard. Il primo, storico, oro in questa disciplina lo ha conquistato, nello Street, il giapponese Yuto Horigomi, che ha chiuso con il punteggio di 37,18. Argento per il brasiliano Kelvin Hoefler (36,15), bronzo allo statunitense Jagger Eaton (35,35).

Esordio anche per il surf

approfondimento

Olimpiadi, da Roma ’60 a Tokyo 2020: tutti i portabandiera dell’Italia

Anche il surf ha fatto il suo esordio alle Olimpiadi. Spettacolo fra le onde di Tsurigasaki, spiaggia della località di Ichinomiya, a 100 m da Tokyo. Spettacolari le evoluzioni fra i “cavalloni” (provocati anche dall'avvicinarsi di un tifone) degli atleti in gara e in particolare del brasiliano Italo Ferreira, campione del mondo nel 2019, che ha vinto la prima batteria con punteggi dal 7.00 al 5.90 davanti al Hiroto Ohhara. Al terzo posto l'azzurro Leonardo Fioravanti (9.43, con 4.93 + 4.50), che quindi ha disputato i ripescaggi (che qualcuno chiama anche secondo turno) insieme al quarto classificato, l'argentino Leandro Usuna: l'azzurro ha vinto la sua heat con 12.53 punti ed è passato al terzo round, domani sfiderà agli ottavi il peruviano Lucca Messias.

Sport: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Non perderti le tue notizie locali

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.