X Factor 2018: cosa hanno detto i giudici ai concorrenti durante il terzo Live

I giudici di X Factor

Anche il terzo live si è concluso con le esibizioni di tutti e concorrenti e un’eliminazione. Vediamo quali sono stati i commenti dei giudizi dopo ogni performance. XF12 ti aspetta tutti i giovedì alle 21.15 su Sky Uno (canale 108, e su digitale terrestre al canale 311 o 11)

Con l’eliminazione di Emanuele Bertelli della squadra Under Uomini di Mara Maionchi si è concluso anche il terzo Live di questa edizione di X Factor 2018. La qualità delle esibizioni è sempre più alta e sono pochi i concorrenti a ricevere giudizi poco lusinghieri. Vediamo nel dettaglio cosa hanno detto i giudici dopo ogni performance.

Naomi Rivieccio, un’Aretha Franklin alla napoletana

La prima a esibirsi è stata Naomi Rivieccio, a cui Fedez ha affidato un brano di un’icona della musica soul, Aretha Franklin. La concorrente ha cantato la sua versione di “Think” con un’ambientazione partenopea, che non è piaciuta a tutti i giudici. Manuel Agnelli l’ha definita molto brava tecnicamente, come sempre, ma ha trovato troppa “leggerezza” nell’affrontare un pezzo dai temi sociali così forti. Lodo Guenzi ha apprezzato le ormai note doti vocali di Naomi ma ha espresso il desiderio di sentirla cantare in italiano. A Mara Maionchi non è dispiaciuta l’ambientazione napoletana, anzi, avrebbe accentuato maggiormente questo tratto, a discapito del blues e dell’America. Fedez, assumendosi le responsabilità della scelta di adottare toni da musical, è comunque molto contento e soddisfatto dell’esibizione della sua Naomi, viste le difficoltà del brano.

La prima volta dei BowLand in italiano

I BowLand, una delle rivelazioni di questa edizione di X Factor, hanno portato sul palco del terzo Live un brano in italiano, “Senza un perché” di Nada. Mara ha accolto con entusiasmo questa scelta, evidenziando la gran classe, il gusto e il fascino dell’esibizione. Commento positivo anche per Fedez, che ritiene l’assegnazione perfetta e loro sempre molto bravi. Manuel non può che manifestare il suo apprezzamento per l’atteggiamento con cui i BowLand salgono sul palco, umiltà e orgoglio, dovuti a una nobiltà ed eleganza insiti nel DNA dei tre ragazzi iraniani. E poi, la voce di Leila è sempre molto sexy, anche quando canta in italiano! Il loro giudice Lodo, soddisfatto dell’esibizione, aggiunge: «Quando tu capisci il senso di un testo, gli altri capiscono».

La maturità di Luna Melis

La terza concorrente a esibirsi è Luna Melis, in un brano di Lana del Rey, “Blue Jeans”. Il primo a esprimere il suo giudizio è Lodo, che commenta di essere ogni volta ammirato dalla quantità di cose che la giovane cantante riesce a fare. A soli 16 anni, ha un modo di porsi incredibilmente solido e maturo. Anche Mara Maionchi è entusiasta dell’esibizione di Luna: «è brava, sostiene bene il mondo adulto ed è molto superiore a quanto si possa immaginare». Unica pecca, per Mara, è l’arrangiamento, «troppo pompato». Parole positive anche per Fedez, che dice di preferire la giovane cantante in questa veste. Manuel Agnelli, visibilmente soddisfatto dell’esibizione e dei giudizi positivi dei suoi colleghi, ha evidenziato che Luna sente molto la canzone, perché ha un vissuto che la porta a essere molto più grande della sua età.

Emanuele e l’assegnazione che fa discutere

Ancora una volta, a far discutere è l’assegnazione data a Emanuele Bertelli, quarto concorrente ad esibirsi. Il sedicenne catanese ha cantato “Congratulations” di Post Malone, accompagnandosi come sempre al piano. Il primo a commentare è Fedez che sottolinea la voce incredibile di Emanuele ma ammette di essere rimasto spiazzato dalla scelta del brano, che si allontanano dal talento del ragazzo. Anche Manuel non ha belle parole per il concorrente di Mara Maionchi: «non ho sentito l’arrangiamento pianistico», la canzone «ti spersonalizza», «devi avere una carriera focalizzata sul tuo reale talento». Lodo Guenzi è più tollerante e evidenzia la giovane età di Emanuele, che deve ancora trovare la sua strada. Non è assolutamente d’accordo Mara Maionchi che, pur facendo tesoro delle osservazioni fatte dai suoi colleghi, aggiunge: «mi sei piaciuto, mi hai convinta, sei stato bravo».

La commozione di Sherol Dos Santos

La punta di diamante della squadra di Manuel Agnelli è Sherol Dos Santos, a cui il giudice ha affidato un grande classico, “La voce del silenzio”, nella versione di Mina. Anche con un pezzo dell’inarrivabile Mina, Sherol dimostra di essere all’altezza. Il primo a commentare è Lodo, che apprezza la commozione della ragazza alla fine dell’esibizione e esclama: «c’è qualcosa nella tua voce e nel tuo timbro che mi smuove qualcosa dentro e mi spezza il cuore». Mara Maionchi è sempre molto sintetica e commenta: «hai cantato molto bene, anche se io avrei lasciato l’arrangiamento tradizionale del 1968». Parole positive anche per Fedez, che considera Sherol “la voce” dell’edizione di X Factor 2018, insieme alla “sua” Naomi. E Manuel Agnelli non ha dubbi: «Sherol può cantare quello che vuole, perché sa perché sta cantando».

I progressi di Leo Gassman

Uno dei concorrenti che ha fatto più progressi in queste puntate è sicuramente Leo Gassman. A lui, Mara Maionchi ha affidato “Hold back the river” di James Bay. Fedez è soddisfatto dell’esibizione di Leo, anche se forse, verso la fine, il giovane ha usato un po’ troppa enfasi. Manuel Agnelli ha applaudito la scelta del pezzo, sottolineando il timbro bellissimo del giovane Gassman e, soprattutto, i progressi fatti rispetto alla volta precedente. Lodo Guenzi ha sottolineato ancora i miglioramenti nel canto ma ha trovato il ragazzo ancora troppo impostato nei movimenti. Ultima a commentare, Mara Maionchi, che sintetizza: «hai cantato molto bene, mi sei piaciuto, sei stato bravo».

La svolta anni ‘80 dei Seveso Casino Palace

I Seveso Casino Palace si presentano sul palco con un brano degli A-Ha del 1985, “Take on me”. Mara Maionchi dice che avrebbe preferito una scelta più rivolta verso gli anni ‘70, secondo lei molto più affini al sound della band. Nel complesso, l’esibizione le è piaciuta ma non la scenografia. Fedez ha notato un miglioramento rispetto all’ultima performance ma ha visto delle incertezze nella batteria. Inoltre, secondo il rapper, ai Seveso continuano ad essere affidati brani che non creano una cifra identitaria. Manuel Agnelli è d’accordo con il suo collega, perché la voce della cantante, così punk, viene mortificata dalla scelta di canzoni poco adatte a valorizzarla. Lodo Guenzi incassa i commenti dei suoi colleghi e aggiunge che i Seveso Casino Palace devono ancora trovare la loro identità sonora ma hanno comunque fatto un balzo in avanti rispetto alla settimana precedente.

Renza Castelli emoziona con un classico

A Renza Castelli il compito di cimentarsi con un classico della canzone italiana, “Mi sono innamorato di te” di Luigi Tenco. Manuel Agnelli è il primo a doversi esprimere e il suo commento è più che positivo: «la sfida era difficile, il pezzo è bellissimo e va cantato con molta misura», ma Renza è stata molto brava a «far suonare il pezzo». Belle parole anche per Lodo Guenzi: «non era facile, hai sostenuto questo testo, complimenti». Mara Maionchi prosegue sulla stessa linea dei colleghi e dice di aver apprezzato anche il fatto che Renza sia stata «leziosa in alcuni punti». Fedez è completamente soddisfatto della performance della sua concorrente e non può che concludere con «sei riuscita ad emozionare in maniera discreta».

Martina Attili pattina sul palco di X Factor

La sedicenne Martina Attili, oltre ad aver conquistato tutti con la sua straordinaria capacità di stare sul palco, si misura con “Material Girl” di Madonna e lo fa cantando...sui pattini! Cosa avranno commentato i giudici? Lodo è entusiasta: «c’è della follia nel tuo modo di dipingere il mondo, una follia che mi affascina e terrorizza, sei sempre fortissima». Anche Mara Maionchi è soddisfatta dell’esibizione a metà tra il musical americano e Walt Disney. Molto scherzoso il commento di Fedez, che dice che Martina è «passata da Bjork a Hannah Montana feat. Ginnaste - Vite parallele» e Manuel Agnelli, raccogliendo il commento del collega, scherza dicendo che questo era sempre stato il suo sogno.

Anastasio divide i giudici

L’ultimo concorrente a esibirsi è Anastasio, con la sua personale versione di “Mio fratello è figlio unico” di Rino Gaetano. Il primo a esprimere il proprio giudizio è Fedez: «hai fatto qualcosa a metà strada fra l’omaggio toccante e inimitabile e una performance straordinaria». In più, il rapper è convinto che Anastasio abbia così consacrato il proprio percorso a X Factor, dimostrando di potersi collocare in una casella inedita nel panorama musicale italiano. Manuel Agnelli dimostra di aver apprezzato ancora una volta la performance del ragazzo ma ci tiene a evidenziare che Anastasio sta facendo una gara a parte, perché presenta sempre degli inediti in un programma composto soprattutto di cover. Non è d’accordo Mara Maionchi e il clima comincia, seppur in maniera scherzosa, a scaldarsi. Interviene Lodo a esprimere il proprio parere super-positivo, dicendo che era partito agguerrito perché Rino Gaetano è un suo mito, ma l’esibizione è stata perfetta. Secondo Mara, Anastasio «è formidabile, è un artista che ha un modo di comunicare eccezionale».

Con l’eliminazione di Emanuele Bertelli, si è conclusa anche il terzo Live di X Factor 2018. L’appuntamento è per il prossimo giovedì alle 21.15 su Sky Uno (canale 108, e su digitale terrestre al canale 311 o 11).