Enrico Nigiotti: "Contento del percorso a X Factor. Ho domato il mio carattere"

Inserire immagine
Enrico Nigiotti
@Jule Hering

Il cantautore di X Factor si è posizionato sul terzo gradino del podio. Ma è felice lo stesso, Enrico Nigiotti , perché nel talent musicale di Sky Uno è maturato e si è ripreso la sua musica. Lo abbiamo intervistato

(@BassoFabrizio)

Chitarra e voce. Sulla scia della grande tradizione cantautorale. Enrico Nigiotti ha incantato così i giudici e il popolo di X Factor, conquistando la finale e classificandosi al terzo posto di X Factor 2017. Il suo inedito L'Amore è ha subito conquistato tutti ed è uno dei brani più passati dalle radio, dei più scaricati e, per associazione di numeri, più amati. Il giorno dopo la finale di XF11 lo abbiamo incontrato e intervistato.

Enrico Nigiotti il primo pensiero il giorno dopo?
Che ho dormito pochissimo e che tutto è finito come è partito.
Ovvero?
Chitarra e voce. Così alle audizioni, così in finale.
La soddisfazione più grande?
A X Factor ho domato il mio carattere. Devo ringraziare Mara Maionchi, il mio giudice, quasi una mamma.
Una prova?
In passato, in una esperienza in un altro talent, mi ero auto-eliminato. Per amore ma auto-eliminato. Stavolta mi sono preso il mio tempo e sono arrivato in finale.
Dove comunque ha strappato una eccezione.
Lo so. Ci tenevo a far sentire il mio inedito L'Amore è ma sono uscito prima. Mi è stato però concesso di farne pochi secondi. E' stato bellissimo.
In quel contesto, poi...
La vera magia è cantare davanti a migliaia di persone dal vivo, non su base.
Insomma è felice.
Sono contento del mio percorso. Ho portato a X Factor un percorso italiano che a mio avviso mancava da tempo.
Ora inizia un nuovo capitolo.
Ho tantissimi brani nuovi pronti da tempo.
Pare che ne abbia promesso qualcuno a Rita Bellanza.
Ne abbiamo parlato. Vedremo.
Perché tra tutti ha scelto L'Amore è?
E' una testimonianza sull'amore, racconta aspetti dell'amore che tutti abbiamo attraversato. E poi è la prima canzone che ho scritto nel 2017.
Se mette le mani in tasca cosa trova di X Factor?
Bei rapporti umani, bei ricordi e tanti nuovi numeri sul cellulare.
Ora andrà in tour, cosa si porta in dote dal passato?
Stare sul palco è la dimensione che più amo. Il mio stile è molto cambiato, ma se devo pescare indietro nel tempo direi Ultimi sopravvissuti che Paolo Virzì ha messo nel suo film La Pazza Gioia e poi Loschi anni.
Chi è oggi Enrico Nigiotti?
Un trentenne che ha raggiunto una maturità artistica.
Dovesse definirsi?
Vorrei essere la somma di Francesco De Gregori ed Ed Sheeran.