I giudici di MasterChef Italia 9: 5 cose da sapere sullo chef Bruno Barbieri

Sta per tornare MaterChef Italia, che giunge quest’anno alla sua nona edizione. L’appuntamento con il talent culinario è, a partire dal 19 dicembre, tutti i giovedì alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455. In attesa della prima puntata, scopri 5 curiosità sullo chef Barbieri che, insieme ad Antonino Cannvacciuolo e Giorgio Locatelli è uno dei giudici di MasterChef Italia 9.

MASTERCHEF 9: SCOPRI LO SPECIALE

La nona edizione di MasterChef Italia è alle porte e ti aspetta, a partire dal 19 dicembre, tutti i giovedì alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455. I giudici di questa edizione sono Antonino Cannavacciuolo, Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli. Joe Bastianich, che è stato uno dei giudici fin dalla prima edizione, quest’anno per la prima volta non sarà uno di loro, perciò il veterano sarà solo lo chef Bruno Barbieri. Scopri 5 curiosità su di lui!

1. La sua famiglia e l’amore per la cucina

Lo chef Bruno Barbieri è nato a Medicina, in provincia di Bologna, il 12 gennaio 1962. Dato che suo padre viveva in Spagna per lavoro, è cresciuto a Bologna con la madre e con i nonni. È proprio lì che è nata la sua passione per la cucina, vivendo una vita molto legata alla terra e ai suoi ritmi. Nella sua famiglia non si comprava niente e tutto veniva prodotto in casa. È stata sua nonna Mina a capire che il suo destino era quello di diventare uno chef e gli ha insegnato tantissimo: in primo luogo che in cucina non si smette mai di imparare, ma anche l’importanza del lavoro, della fatica, della tenacia e dello svegliarsi ogni giorno all’alba.

2. Gli inizi e le esperienze all’estero

Bruno Barbieri ha studiato alla scuola alberghiera di Bologna e la sua prima stagione l’ha fatta nel 1979, appena diplomato, a Milano Marittima, in un locale storico che si chiamava Zì Teresa. Lì lavorava tantissimo e faceva turni massacranti, ma aveva tutta l’energia dei 17 anni e, come gli aveva insegnato la sua famiglia, sapeva rimboccarsi le maniche.

Il lavoro a Milano Marittima fece capire al giovane Bruno Barbieri che era arrivato il momento di partire per trovare la sua strada nel mondo. Così nel 1979 si è imbarcò su una nave da crociera come terzo cuoco. Anche in quella situazione lavorava tantissimo, ma in un anno e mezzo ebbe l’opportunità di visitare l’America Latina, i Caraibi e gli Stati Uniti, scoprendo sapori e materie prime di cui ignorava l’estistenza.

3. La carriera

Dopo le esperienze all’estero Bruno Barbieri è tornato in Italia e ha iniziato la sua carriera da chef vera e propria. Inizialmente alla Locanda Solarola, a Castelguelfo nel ravennate, poi ad Argenta, dove nel 1983 aprì il Trigabolo, un ristorante destinato a cambiare la storia della cucina italiana. Con lui c’erano l’amico e maestro Igles Corelli e una squadra di talenti straordinari. Con loro creò un ristorante rivoluzionario, innovativo, all’avanguardia. Con gli anni, poi, arrivarono altre esperienze: a metà anni ‘90 La Grotta di Brisighella, nel ravennate, e qualche anno dopo Arquade, il ristorante che lo chef Barbieri aprì nell’Hotel Villa del Quar-Relais & Châteaux trasferendosi in in Valpolicella, a San Pietro Cariano. Infine, è tornato a casa. Infatti, ha deciso di ripartire da Bologna, con un progetto tutto nuovo, il Fourghetti, un bistrot moderno che propone una cucina tipica e tradizionale, in cui la regionalità e l’amore per il territorio incontrano le sfumature esotiche del Medio Oriente e del Basso Mediterraneo.

4. Premi e riconoscimenti

La carriera dello chef Barbieri è stata ricca di soddisfazioni e di riconoscimenti. Tra questi spiccano le sette stelle Michelin ricevute nel corso dei suoi 40 anni di carriera, che lo rendono lo chef più stellato d'Italia. Lo chef Barbieri è molto orgoglioso di questo riconoscimento e sa bene che non sarebbe potuto arrivare senza il lavoro e la passione di tutte le persone che lo hanno accompagnato nel percorso. Il successo di un ristorante, infatti, è frutto del lavoro squadra.

5. Instagram

Bruno Barbieri ha raccontato che adora Instagram, il social network dove ha più di 800 mila follower. Lì lo chef ama condividere scatti riguardanti il suo lavoro ma anche del suo tempo libero.

Rivedi i momenti migliori del programma sul nuovo sito ufficiale!