Italia's Got Talent 2020: cos'è successo nella seconda puntata

La seconda puntata di IGT, andata in onda il 22 gennaio su Sky Uno, è stata emozionante sotto tutti i punti di vista. E di udito: tanti musicisti da pelle d’oca si sono contesi il Golden Buzzer. La sfida all’ultimo sì continua, ecco cosa è successo nel secondo appuntamento di Italia's Got Talent 2020
 

Lo speciale di Italia's Got Talent 2020

La seconda puntata di Italia's Got Talent 2020 è stata come un thriller: colpi di scena, suspense che si taglia con il coltello, brividi lungo la schiena…

Il pubblico ha potuto sperimentare una rosa di emozioni davvero varia! Tutte emozioni intensissime, parola di giudici e pubblico che spesso cogliamo con occhio lucido e pelle d’oca.

Ecco cosa è successo nel secondo imperdibile appuntamento di IGT 2020, andato in onda il 22 gennaio su Sky Uno:

 

01 - Gym and Cheer

Una squadra pazzesca composta di ben 26 elementi, tutti ragazzi giovani che praticano diverse discipline.
Ma il vero protagonista è stato il concetto di fiducia e di amicizia.
Una coreografia spettacolare, fatta di danze e movimenti ipnotici.

Joe ha notato l’energia pura e l’allegria che le facce sorridenti di ciascun membro di questo team hanno fatto emergere sul volto di giuria e pubblico.
Frank li ha trovati “pazzeschi”, così come Mara e Federica.
Un miscuglio sapiente di cheerleading, cheer dance e ginnastica artistica che, come ha giustamente notato la Pellegrini, non si vede spesso in Italia.
Premiati quindi la bravura ma anche l’originalità: 4 sì!


02 - Iorio Family

Julian Fiorentino Iorio è il bambino di 7 anni che ha fatto impazzire tutti. Non per le malefatte, anzi!
Nonostante la sua tenera età, Julian è salito sul palco assieme a mamma e papà (entrambi musicisti) lasciando a bocca aperta tutti. Ha sfoderato il suo sassofono, incantando chiunque.

La Iorio Family è stata fondata da Carmelo Iorio, innamoratosi di una musicista con cui è convolato a nozze e con la quale ha trasmesso geni ricchi di musicalità a Julian, appunto.
Un amore nato con la musica, una famiglia nata con la musica che è anche una band che sprizza note, sì, ma anche tanto feeling e sentimento.

Suonando un pezzo di Charlie Parker, questi musicisti hanno reso la loro città, Fregane, capitale del jazz all’italiana!
La cosa che lascia più di stucco è che il piccolo Julian suona da non tantissimo, poco più di un anno. Una promessa della musica di cui sentiremo certamente parlare ancora. Anche tra pochissimo, continuare a leggere per credere…

Il risultato dell’esibizione della Iorio Family? Standing ovation di tutti, scroscio di applausi, invocazione del Golden Buzzer. E ovviamente 4 sonori sì!


03 - Pasquale Vestuti

A Pasquale Vestuti non è andata benissimo, complice (anzi: traditore) qualche problema tecnico.
Il suo compagno di numero è Rocky, un cagnolino giocattolo a cui probabilmente non andavano le pile. Fatto sta che avrebbe dovuto mettersi su due zampe ma non l’ha fatto, lasciando il povero Pasquale a bocca asciutta.
Con 4 no sul groppone.


04 - Chico

Chico è il cane di due anni che ha dell’incredibile. Viene dall’Australia ed è stato addestrato dal suo padrone, Emanuele.

Chico parla (anzi: abbaia) in inglese e per dimostrarlo Emanuele ha chiamato sul palco il giudice che mastica meglio l’inglese. No, non Mara: Joe!

Con gli ordini impartiti da Bastianich in lingua, Chico ha lasciato tutti esterrefatti dimostrando di conoscere la destra e la sinistra (left e right) e addirittura capendo frasi come “where is my shoes”.
Ha giocato a nascondino e perfino dato un bacino a Joe.

Si è portato a casa 4 yes!
E le parole di Frank: “mai visto nulla del genere”.

 

05 - Nettuno

Nettuno ha fatto un numero davvero stomachevole. Anzi: indigesto.
Quest’uomo si è presentato con una cesta piena di ricci di mare dicendo di voler dimostrare come si mangiano.
Ma nessuno si sarebbe mai immaginato che se li volesse pappare interi, con gli aculei!

Li ha mangiati triturandoli con i denti e rischiando di fare venire i conati a tutti. In primis a lui…

2 sì (di Frank e di Joe) e due no.


06 - Ignafire

Gabriele De Pietri, in arte Ignafire, si è presentato con un numero davvero pericoloso. Così pericoloso che qualche anno fa gli ha procurato importanti cicatrici.
Non lo rifaceva da allora e la tensione si è tagliata con il coltello.
E a proposito di lame, la macchina dentata con cui Ignafire fa il suo numero è piena di lame affilate, pronte a farlo a fettine se qualcosa dovesse andare storto.

La macchina è tenuta aperta da due corde che durante il numero vengono infuocate e bruciano in 100 secondi. A Gabriele viene fatta indossare una camicia di forza da cui dovrà liberarsi in 100 secondi…
Un numero di escapologia davvero emozionante che ha fatto guadagnare a Ignafire 3 sì e un no (il no è di Joe).


07 - Le ottomani


Le ottomani sono quattro talentuose pianiste che si sono esibite a otto mani, appunto, allo stesso pianoforte. Con un numero non solo impeccabile a livello musicale ma anche molto accattivante sul piano recitativo.
Queste pianiste hanno un’età compresa tra i 12 e i 18 anni e hanno collezionato tanti sì quante sono loro: quattro!


08 - Doretta Gamberini

E dopo le ottomani, avete mai sentito parlare di otomanti? Doretta Gamberini è una di loro.
Un’anziana signora dalla simpatia innata che viene da Bologna e ha imparato fin da piccola a studiare l’orecchio umano. Fino a diventare una otomante, ossia una che per mezzo delle orecchie riesce a individuare il carattere delle persone. E ci prende sempre sempre!

4 sì!


09 - Marula

Marula ha fatto il numero più estasiante di tutta la storia di Italia’s Got Talent.
Con una piuma e dei pezzi di legno, ha costruito una scultura aerea che è rimasta in equilibrio precario fino a quando non ha deliberatamente tolto la piuma. Questa ragazza svizzera ha davvero tolto il fiato a tutti.

“Non abbiamo mai visto niente del genere nella nostra vita. Sembra un rituale magico che non ha tempo, valido sia nell’anno 1 sia nel 3040” ha detto Frank.
Con un’intensità, un’energia e al contempo una delicatezza indicibili.
4 sì.


10 - Ricomincio da tre

Ricomincio da tre è il terzetto di comici davvero esilaranti, vestiti da statue greche.

Grazia, Graziella e Grazie al Ca**o hanno fatto ridere a crepapelle tutti quanti, con battute ben scritte e un ritmo impeccabile, come ha notato uno che di vis comica s’intende parecchio, ossia Matano.
4 sì!

11 - Simone Placido Rinato

Simone Placido Rinato viene da Roma e si è esibito cantando un classico della canzone italiana, dedicandolo alla moglie a bordo palco.

“Io non posso stare fermo con le mani nelle mani”… intonando Margherita di Cocciante ha dato sfogo alle sue doti canore e al suo talento recitativo.
“Sei un grande attore più che un grande cantante”, ha detto Joe.
Purtroppo ha convinto solamente Mara: il suo è stato l’unico sì.


12 - Quattro

Quattro è il nome del quartetto di musicisti blues rock che si sono esibiti sul palco di IGT 2020.

Quattro chitarristi con un sound entusiasmante a cui se ne è poi aggiunto un quinto: Joe Bastianich! Un rocker davvero pazzesco!

4 sì, sia per loro sia per il bravissimo Joe!

 

13 - Daniel Esteban Lorenzo

Daniel Esteban Lorenzo è il ragazzo spagnolo di Saragozza che ha fatto un omaggio a Federico Fellini (di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita) molto originale.
Acrobata dalle doti eccezionali, si è servito solamente di una palla per lasciare tutti senza parole.

4 sì!

 

14 - Ulzi

Da un cappello gigante posto sul palco è uscita Ulzi, giovane acrobata della Mongolia che vive in Svizzera.
Ha dimostrato di essere a dir poco snodata, incantando tutti con gestualità fluida e acrobazie ardite.

4 sì anche per lei!


15 - Francesco “Brazzo” Brizio

Francesco “Brazzo” Brizio è un rapper molto ma molto speciale. Si tratta infatti di un ragazzo sordo dalla nascita che, inseguendo un sogno, è riuscito a imparare a parlare perfettamente e addirittura a rappare.

Si è esibito sul palco di IGT grazie all’aiuto di Sara, un’amica conoscitrice del linguaggio dei segni che gli ha fatto da interprete nonché da “metronomo umano”. Sì, perché Francesco non sente nemmeno la musica in sottofondo, chiaramente, quindi segue il ritmo delle basi grazie all’aiuto di Sara e alle vibrazioni che percepisce.

Il brano è stato scritto da lui e recita cose come “non è paranormale che un sordo sappia cantare”. Ma soprattutto fa passare un messaggio importantissimo: volere è potere!
4 sì, ovviamente!

Tra tutti i concorrenti della seconda puntata, ad arrivare in finale saranno… i mitici componenti della Iorio Family! Uno su tutti, il piccolo Julian Fiorentino Iorio, raggiunto nella sua amata Fregene da Lodo per l’annuncio della bella notizia.