I giudici di MasterChef Italia 10: 5 cose da sapere sullo chef Giorgio Locatelli

00-locatelli-Getty

Ci siamo quasi: l'edizione numero dieci di MasterChef Italia torna con Giorgio Locatelli, Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo nei panni di giudici. L'appuntamento è partire da giovedì 17 dicembre alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455. Nell'attesa scopri 5 curiosità su Locatelli

Lo chef stellato, patron della Locanda Locatelli di Londra, è pronto ad affiancare Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo nel talent show culinario di Sky più amato del piccolo schermo. L’appuntamento è su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455, a partire da giovedì 17 dicembre, tutti i giovedì alle 21.15. Nell'attesa scopri le curiosità sullo chef di Corgeno di Vergiate.

1. È londinese di adozione e "Cavaliere di Gran Bretagna".

Lo chef Locatelli è nato a Corgeno di Vergiate sull'incentevole Lago di Comabbio il 6 aprile 1963, ma sono ormai anni e anni che vive in Gran Bretagna, a Londra dove ha il suo ristorante stellato "Locanda Locatelli", tra i migliori della città. Un vero paradiso per il palato e non solo. Nel 2016 viene insignito Commendatore dell'Ordine al merito della Repubblica italiana dall'Ambasciatore italiano Pasquale Terracciano (l'equivalente del titolo di cavaliere di Gran Bretagna).  

2. È il primo italiano all'estero a vantare una stella Michelin

Giorgio Locatelli non è solo il primo chef italiano a conquistare una stella Michelin all’estero, ma è anche l'unico a non averla mai persa. Come l’ha conquistata? Forse “semplicemente” seguendo l’invito della sua adorata nonna Vincenzina che un giorno gli disse: “Tu puoi essere chi vuoi”. il menu del ristorante Locanda Locatelli è un tripudio di sapori, qualità assoluta delle materie prime, ricercatezza, eleganza e semplicità al tempo stesso. Nel menu ritroviamo i piatti della tradizione italiana rivisitati dall'estro creativo dello Chef. C'è solo l'imbarazzo della scelta.

3. Il menu della Locanda Locatelli 

Dal risotto al Barolo e Castelmagno ai ravioli di fagiano al rosmarino, dai medaglioni di cervo, funghi selvatici, crema fritta e radicchio alla passera in crosta di basilico, patate, olive nere e salsa di pomodoro, dal fegato di vitello all’aceto balsamico, biete, pinoli e sultana ad alcune proposte vegane come il crostino di funghi e pure’ di mais. La lista continua, ma l'acquolina in bocca sarebbe isostenibile. Chiudiamo in dolcezza con i dessert e tra questi, ci incuriosisce il soufflé al panettone, cedro, gelato al panettone e liquore di arancia, così come la pannacotta al Parmigiano Reggiano, balsamico invecchiato, sorbetto al melograno. 

4. Aveva un debole per Gilberto Neirotti

Vi ricordate di Gilberto, il ventiquattrenne di Sommacampagna (Verona), ex studente di giurisprudenza, arrivato in finale a MasterChef Italia 8? E' stato uno dei concorrenti meno amati e più contestati, ma Giogio Locatelli ha ammesso che al contrario di quanto il pubblico percepiva, ha sempre avuto per il giovane talento “un piccolo debole, mi piacevano tutte le cose che faceva”. 

5. L'opinione dello chef Gordon Ramsay

“Non sfidate Giorgio Locatelli, ogni volta che prende in mano una padella ti fa capire cosa sia la vera cucina. E’ uno dei migliori cuochi con cui ho lavorato, mi ha insegnato la passione e l’ardore che sta nella cucina italiana”. Quando entri nella sua cucina si sente energia, grande vitalità ed entusiasmo”. Parola di Ramsay!

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.