Antonio Lorenzon, cosa fa oggi il vincitore di MasterChef 2020

TV Show sky uno

Barbara Ferrara

In attesa che si alzi il sipario sull'edizione numero dieci del talent culinario di Sky (in onda a partire da giovedì 17 su Sky Uno), l'intervista al vincitore della trascorsa stagione (SEGUI LA PRIMA PUNTATA)

In attesa che il talent culinario di Sky prodotto da Endemol Shine Italy spalanchi le porte delle sue cucine per la decima entusiasmante edizione, in onda dal 17 dicembre ogni giovedì alle 21.15 su Sky Uno (SEGUI LA PUNTATA) e in streaming su NOW TV, abbiamo fatto due chiacchiere con il vincitore della scorsa stagione, Antonio Lorenzon (LE FOTO DELLA PROCLAMAZIONE). Ecco cosa ci ha raccontato della sua esperienza a MasterChef e dei suoi progetti presenti e futuri.

approfondimento

MasterChef 9: l'intervista al vincitore Antonio Lorenzon

Come stai passando questo periodo così difficile per tutti. 

Sono saltati tutti gli eventi, qualcosa sono riuscito a fare in rete, il mio tempo lo dedico ai social, mi invento cose e cerco in tutti i modi di tenere alta l’allegria.

Il tratto distintivo che abbiamo conosciuto a MasterChef.

Esattamente, ammetto che non è facile lavorare con i social perché non hai il contatto diretto con le persone e ti manca, ma ci si organizza, ci riesco.

Che dire a proposito di MasterChef?

Devo ringraziare innanzitutto tutti i giudici, mi hanno dato la consapevolezza delle mie capacità, quando sono entrato non credevo di saper cucinare, era un periodo particolare della vita, avevo perso l’autostima e loro mi hanno dato la giusta spinta, ho ritrovato l’entusiasmo. Sono stati severi, ma al contempo mi hanno fatto sentire capace e mi hanno dato forza, sono molto contento di come si sono comportati con me e di tutta l’esperienza vissuta.

Novità sul progetto dell’albergo che volevi realizzare?

Doveva essere un piccolo hotel, ma si è trasformato in qualcos’altro a causa delle nuove regole anti-Covid. Non potendo più rispettare determinati standard, con l’architetta abbiamo fatto delle modifiche. Saranno delle suite più grandi, non più cinque, ma tre. Mini appartamenti open space con angolo cottura nella via più bella di Bassano del Grappa.

In linea con il nuovo modo di vivere gli spazi e il tempo.

Sì, ogni giorno bisogna ricorrere il tempo e regolarci in base a ciò che ci viene richiesto, da qui l’idea della cucina, oggi ognuno deve gestirsi un po’ da sé, la convivialità di un tempo non c’è più. 

Come si chiameranno e quando speri di inaugurarli?

Il nome rispecchia un po’ quello che sono io: “Elegance Room di Antonio” e spero tanto di riuscire ad aprire per Pasqua. 

Quest’anno tante persone con il lockdown si sono cimentate ai fornelli.

Sì, e sembra anche siano spariti i celiaci, farina a quintali (scherza n.d.r.) per tutti. Io ho cercato di proporre ricette molto semplici perché la gente fa fatica a replicare quelle complicate e ha bisogno di indicazioni chiare, per questo i miei tutorial sono apprezzati. Mi arrivano tante foto dei piatti che i follower mi inviano. E di questo vado fiero, significa che ho centrato l’obiettivo.

Un consiglio per i concorrenti di questa nuova stagione di MasterChef?

Essere se stessi, innanzitutto. Non lottare per l’obiettivo, ma godersi la gara perché se si punta solo alla meta non si è più autentici e la maschera viene fuori. Consiglio di giocare fino alla fine in maniera serena. Quando entri hai già qualcosa nella tua vita, se non vinci MasterChef torni a fare quello che facevi prima, insomma non si muore. 

La tua carta vincente è stata propria questa, non avere troppe aspettative.

Proprio così, è stata l’inconsapevolezza, la stessa che metto sempre nelle cose che faccio ogni giorno. Adesso per esempio sto facendo una cosa bellissima, ho fatto dei panettoni da regalo a cinque dei miei followers per Natale, non sarà un panettone qualunque ma una “limited edition” che ho creato insieme a un amico, dentro ci sarà il mango e cioccolato. 

Racconta.

Ho chiesto a tutti coloro che mi seguono di scrivere e mandarmi una bella frase: ne ho ricevuto 1800, un record, ciascuno ha indicato la dedica che avrebbero voluto ricevere ed è quella che riceveranno. Ho colpito nel cuore della gente e vedo che la gente mi vuole bene, tu pensa che l’ho fatto per gioco.

Come passerai questo Natale?

Da solo, Daniel lavora in Svizzera e non può tornare, mia madre e mia sorella sono fuori comune per cui non abbiamo scelta. Ci si rivedrà dopo le feste, a gennaio. Sarà un Natale diverso, non come quelli in cui si cominciava a festeggiare dalla vigilia con i miei amici, la mia famiglia, quest’anno tutto ciò non ci sarà. 

Qualcosa sono sicura ti sarai inventato.

Sì, ho una cosa bella che ho in programma di fare la mattina del 25, una diretta Instagram alle 11 con i miei follower, avrò due carrelli pieni di roba e loro mi aiuteranno a imandire la tavola che avrei normalmente preparato per la mia famiglia. E’ un modo di stare con tutte le persone che mi vogliono bene, seppur virtualmente. Trovarsi all’improvviso senza nessuno non è facile, così ci si sente meno soli.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.