Il Canarin, Delta del Po: 4 cose da sapere

Inserire immagine
Gino Pizzoli proprietario del ristorante Il Canarin

I protagonisti della seconda puntata sono quattro ristoratori di Delta del Po veneto: Isi Coppola, Manuela Roncon, Gino Pizzoli e Pamela Veronese. Hanno cucinato i piatti tipici della zona prestando una maggiore attenzione all'anguilla, oggetto del bonus di Alessandro Borghese. Non perdere Alessandro Borghese 4 Ristoranti S.5, in Prima Tv Assoluta tutti i martedì alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 311 o 11

Vai allo Speciale di 4 Ristoranti

Il Canarin

Location: palafitta con vista su laguna

Conto: 35€

Servizio: professionale, ma friendly

Menù: tradizionale, di pesce

Il ristorante Canarin è stato aperto nel 2003 a Porto Tolle, in provincia di Rovigo. Inizialmente era composto da due barconi attaccati al molo che poi, visto il successo iniziale, si sono trasformati in qualcosa di più grande. Si tratta di una palafitta sostenuta da 60 pali sulla omonima sacca del Canarin a 600 metri dal mare. Ha una terrazza esterna e una coperta con vetrate. La location, spartana e non particolarmente elegante, si presta molto bene per una clientela giovane che ama fare aperitivi o serate in musica. La mise en place è semplice con tovagliette.

Gino Pizzoli, 50 anni, è il responsabile di sala e del bar del ristorante Il Canarin, gestito principalmente dalla moglie e dal figlio. Capello lungo e un tatuaggio di un’ancora sul braccio, sembra quasi un pirata buono. Dal forte accento veneto, sembra un uomo introverso e riservato, ma se prende confidenza si lascia andare e diventa socievole. "Bisogna sorridere per accogliere al meglio un ospite".

La cucina del Canarin è una cucina semplice “senza ricami”, tradizionale e del territorio con materie prime di laguna e di mare. I piatti tipici hanno come ingredienti principali l’anguilla, le cozze, le vongole, le ostriche rosa del posto e tante verdure locali. Per Gino il Delta è casa, acqua e storia.

Ha voluto aprire un ristorante per creare qualcosa che durasse nel tempo. Il suo elemento vitale è appunto l’acqua e non potrebbe mai vivere in un’altra parte del mondo. 4 Ristoranti per Gino sarebbe una buona vetrina per la ristorazione del Delta. Secondo lui nella zona ci sono delle eccellenze, ma anche ristoranti criticabili.