4 Hotel, il vincitore di Roma è il VOI Hotel Donna Camilla Savelli

La quarta puntata di Bruno Barbieri 4 Hotel ha visto protagonista Roma, la città eterna in cui mondo antico e moderno si fondono nella magnificenza della storia e dell'arte che da secoli affascina attirando turisti da ogni dove. A vincere la sfida tra i migliori albergatori della città è il VOI Donna Camilla Savelli  di Elena Prandelli. In attesa del prossimo appuntamento, in onda giovedì alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455, leggi l'intervista alla vincitrice. 

La sfida di 4 Hotel continua e giunge al suo quarto appuntamento di cui Roma Caput Mundi è stata la protagonista assoluta con la sua impareggiabile bellezza. Chi è stato il migliore albergatore della città? Elena Prandelli alla direzione dell'incantevole VOI Donna Camilla Savelli, un ex convento del 1642 diventato un hotel lussuoso nel cuore di Trastevere; un luogo storico di rara bellezza che vanta all’interno la cappella progettata da Borromini. In attesa della prossima quinta puntata, in onda giovedì alle 21.15 su Sky Uno (canale 108) e su digitale terrestre al canale 455, scopri cosa ci ha raccontato la vincitrice Elena Prandelli.

Qual è stata la vostra carta vincente?
Un albergo stupendo, ricco di fascino e dei collaboratori che sono dei veri professionisti. A tutti loro va il mio ringraziamento.
La prima reazione a caldo dopo la vittoria.
“Ma davvero???”
Alla luce del confronto con gli altri cambierebbe qualcosa del vostro hotel?
Si, c’è sempre da imparare da tutti.
Cosa la fa sentire a casa quando dorme fuori?
Se io dormo in un hotel, non voglio sentirmi a casa, voglio fare una esperienza diversa che mi arricchisca dentro. Voglio sentirmi una “princess!”.
Qual è il peggior difetto di un cattivo albergatore.
Non ascoltare i propri ospiti e i collaboratori, l’impazienza, l’improvvisazione.
Quale invece la qualità che non può mancare.
Empatia, buona educazione e la consapevolezza del ruolo in ogni situazione e circostanza al di là della nazionalità e della lingua, lungimiranza.
Ci racconti com’è stata questa avventura di 4 Hotel.
Un'esperienza formativa e di confronto. Aver visto realtà così diverse che operano tutte nel settore dell’Ospitalità mi ha fatto riflettere sul dono prezioso che abbiamo in Italia: la nostra grande bellezza e la nostra creatività. Sono molto contenta di far parte di una azienda italiana che si occupa di Vera Ospitalità Italiana e che di questa ha fatto la sua insegna, VOIhotels. In questa esperienza ho conosciuto belle persone che mi hanno dato lo spunto per conoscere sempre meglio questo mondo e avvicinarmi sempre di più all’eccellenza. Non quell’eccellenza legata solo al lusso, ma intesa come identità personale e aziendale, ossia come voglia e necessità di mettersi in gioco per creare una società migliore. In fondo, abbiamo il grande privilegio di dare emozioni agli Ospiti che ci scelgono e far vivere belle emozioni contribuisce alla Felicità.
Il momento più emozionante e quello più duro.
E’ stato molto emozionante vedere Chef e Maître e la loro squadra che “danzavano” nel cucinare e nel preparare il room service per gli ospiti con totale sincronia; il più duro invece cercare di essere obiettiva nelle valutazioni senza cadere nella polemica. Sono contenta però perché nelle varie “inspection” che ho fatto dai colleghi-albergatori, ho attuato le medesime modalità che applico nel mio hotel: sono molto esigente, ne sono consapevole e non è sempre facile per chi mi sta vicino.
La filosofia del vostro hotel.
Formazione e impegno continui: “il successo non è genio ma continuità” come diceva Aristotele.