Il Trono di Spade 8, Liam Cunningham racconta Ser Davos Seaworth. VIDEO

Mentre l'ottava e ultima stagione di Game of Thrones è in onda su Sky Atlantic - ogni lunedì alle 03.00 in versione originale sottotitolata (in contemporanea con gli U.S.A.) e alle 21.15 in versione doppiata -, l'attore irlandese Liam Cunningham ci parla del suo personaggio, Ser Davos Seaworth , e del suo percorso nella serie. Guarda il video e scopri di più.

Il Trono di Spade 8, scopri tutto nello speciale sulla serie

Da contrabbandiere a fedelissimo di Stannis Baratheon e poi a fedelissimo di Jon Snow, dalla Battaglia delle Acque Nere alla Battaglia dei Bastardi, fino alla Battaglia di Grande Inverno (e, ormai è certo, alla guerra contro Cersei): lui è Ser Davos Seaworth, il Cavaliere della Cipolla, uno dei personaggi secondari più amati de Il Trono di Spade.

A dargli volto, corpo e voce, con tanto di riconoscibilissimo accento "Geordie" (della zona di Newcastle, Inghilterra del nord), dalla seconda stagione fino all'ottava è stato l'attore irlandese Liam Cunningham, classe 1961.

Tutte le recensioni dell'ottava stagione de Il Trono di Spade

Ser Davos e l'amicizia con Shireen Baratheon

Impossibile non partire dall'amicizia con la dolcissima Shireen Baratheon (Kerry Danielle Ingram), la figlia di Stannis sopravvissuta per miracolo al morbo grigio e rimasta sfigurata in volto. "Ho fatto un paio di scene con Shireen che ho amato. La persona più delicata e fisicamente danneggiata, che non ha nessun tipo di amore nella sua vita, certamente non da suo padre e sua madre, ha un tale livello di umanità, dignità, intelligenza e vivacità, e lui (ndr, Davos) la tratta come sua pari. Mi piace molto quell'aspetto del rapporto tra loro due." dice Cunningham nel video. Poi aggiunge, ridendo, che i due "Sembrano quasi marito e moglie, perché lei gli insegna (ndr, a leggere e a scrivere), lo rimprovera e lo indirizza nella giusta direzione. Si attirano l'un l'altra, e in certo senso penso che Ser Davos cerchi un sostituto per quel figlio che amava e che ha perso."

Carice Van Houten, le foto più belle di Melisandre de Il Trono di Spade

Ser Davos e il complicato rapporto con Melisandre

Decisamente più complicato è invece il rapporto con il personaggio di Melisandre, interpretato da Carice Van Houten. Ser Davos non si è mai fidato della Sacerdotessa Rossa, e in più occasioni ha tentato di dissuadere Lord Stannis dal fare certe cose non proprio onorevoli suggerite dalla misteriosa donna. La morte di Shireen, bruciata viva nella quinta stagione nel tentativo di ingraziarsi il favore del Signore della Luce, è la goccia che fa traboccare il vaso: da quel momento, il cavaliere dalle dita mozzate - gli furono mozzate proprio da Stannis, come punizione per il fatto di essere un contrabbandiere - promette a sé stesso di vendicare l'inutile e crudele morte della ragazzina uccidendo la Strega Rossa con le sue stesse mani.

Ciò, come ben sanno i fan, non è però accaduto, e non per il mancato impegno di Ser Davos. Nel terzo episodio dell'ottava e ultima stagione, infatti, Melisandre torna un'ultima volta a Westeros, a Grande Inverno, in occasione dello scontro con il Re della Notte. Poi, vinta la battaglia, si toglie la collana che finora l'aveva mantenuta giovane e bella e si accascia al suolo, sulla neve, invecchiando in pochissimi secondi e svanendo nel nulla.

La cosa più assurda che Liam Cunningham ha girato? Facilmente prevedibile: la scena ambientata nella caverna durante la seconda stagione, quando Melisandre partorisce un inquietante mostro di fumo!! Nonostante ciò, l'attore afferma di essere rimasto colpito dalla messa in scena: a suo parere, guardando nel monitor sembrava di vedere un dipinto del rinascimento. Un po' più fantasy, però! Una scena molto bizzarra da vedere ma anche molto bizzarra da girare.

Il Trono di Spade 8: George R.R. Martin parla con malinconia del finale

Tutti insieme sul set

Anche Cunningham ammette che, finita la messa in onda del Trono, sentirà la mancanza del lavoro sul set, dello stare insieme ai colleghi, ormai degli amici dopo tutti quegli anni: "Il lavoro collettivo è stato il più gratificante per me. E' stata una gioia arrivare al lavoro ogni giorno, e sapete, essere operativi alle 4 del mattino con le calze idrorepellenti...beh, è decisamente poco affascinante! E' stato straordinario, ogni attore degno di questo nome vorrebbe far parte di qualcosa di alta qualità. Questa serie sarà scoperta dalle generazioni future, è senza tempo, magnifica. E' stato un periodo davvero meraviglioso."

 

L'ottava e ultima stagione di Game of Thrones è in onda ogni lunedì alle 03.00 in versione originale sottotitolata (poi in replica la sera dopo gli episodi in italiano) e alle 21.15 in versione doppiata in italiano.

Inoltre ogni giovedì sera, alle 20.20, non perdere su sky Atlantic l'appuntamento con Thronecast, il talk show dedicato al commento degli episodi della serie, con tante interviste al cast e con gli interventi di numerosi ospiti.

 

SCOPRI DI PIU'

Tutte le recensioni dell'ottava stagione de Il Trono di Spade

Il Trono di Spade, chi è Vladimir Furdik, l’attore che interpreta il Re della Notte

10 buoni motivi per vedere (e rivedere, e rivedere, e rivedere) il Trono di Spade

Il Trono di Spade 8: la trama delle stagioni precedenti

Il Trono di Spade, lo speciale sulla serie

Il Trono di Spade: la mappa dei Sette Regni

Il Trono di Spade: i motti e i simboli delle casate dei Sette Regni

"Gnocchi" di Spade: tutti i belli del Trono

Dove è stato girato Il Trono di Spade: tutte le location