Il Trono di Spade 8: le prime anticipazioni

Inserire immagine

Dopo la bella copertina di Entertainment Weekly , che ritrae Daenerys e Jon , ecco anche le prime informazioni sull'ottava e ultima stagione de Il Trono di Spade , in onda entro la prima metà del 2019. EW , infatti, ha dedicato la sua cover story al capitolo conclusivo di Game of Thrones: ovviamente non aspettatevi grandi indiscrezioni, ma qualche piccola anticipazione finalmente c'è. Continua a leggere e scopri di più

Avete presente la copertina di Entertainment Weekly dedicata all'ottava e ultima stagione de Il Trono di Spade, in onda entro la prima metà del 2019, in prima tv per l'Italia su Sky Atlantic? Se ce l'avete presente, bene, se non ce l'avete presente, la trovate qui. Ad ogni modo, la bella cover di EW è stata accompagnata da quella che, non a caso, si chiama cover story, e il pezzo in questione, che potete trovare qui in versione integrale in inglese, ci porta dietro le quinte del capitolo conclusivo di Game of Thrones, e finalmente ci dà qualche prima, stringata informazione su ciò che ci aspetta.

Dunque, grazie alla cover story di EW, cosa sappiamo su Il Trono di Spade 8? Anzitutto, sappiamo che l'ultima stagione si apre a Grande Inverno, con l'arrivo di Daenerys e della sua armata, e che l'arrivo della Madre dei Draghi strizza l'occhio al primissimo episodio di GoT, precisamente all'arrivo di Robert Baratheon presso la fortezza della casa Stark. L'armata del Re della Notte è sempre più vicina, la guerra è imminente, molti personaggi convergono verso Grande Inverno, dunque vedremo interagire dei character che finora non si erano mai incontrati. Sarà sicuramente interessante.

Ovviamente non sarà tutto rose e fiori, e non è difficile immaginare perché: anzitutto perché sta per arrivare l'esercito dei non-morti, dunque lo scontro è dietro l'angolo, e poi perché tra i personaggi principali ci sarà parecchia tensione. Sicuramente Cersei non ha preso bene la decisione di Jaime di andarsene da Approdo del Re per unirsi a Jon e a Daenerys: un tradimento del genere non può essere facilmente perdonato.

C'è però un altro personaggio che sicuramente si sente tradito: Sansa. EW conferma: la decisione di Jon di inginocchiarsi davanti a Daenerys e di accettarla come sua regina e come legittima sovrana dei Sette Regni ha come conseguenza immediata la fine del neonato Regno del Nord. Per la rossa di casa Stark, nordica dura e pura, sarà un boccone molto difficile da mandare giù.

Sempre leggendo la cover story di EW, apprendiamo che nell'ultima stagione ci saranno alcuni personaggi che non avremmo immaginato di rivedere. In realtà questa è un'affermazione piuttosto generica: potrebbe trattarsi di personaggi del passato, dunque di scene in flashback, oppure potrebbe trattarsi di qualche personaggio tecnicamente morto ma in realtà non-morto. O ancora, potrebbe veramente trattarsi di qualche personaggio che mai ci sogneremmo di rivedere. La domanda è: chi??

C'è poi la famigerata battaglia tra l'esercito dei vivi e l'esercito dei morti. Di questo epico scontro - che ha luogo a Grande Inverno - sappiamo che ci sono voluti ben 55 giorni (e notti) per realizzare e girare le scene girate in esterno, e che poi ci sono volute ancora altre settimane di lavoro per girare quelle in interno. Roba che, al confronto, la Battaglia dei Bastardi impallidisce, rivelano Benioff e Weiss. Questa battaglia, nello specifico, è stata girata da diversi punti di vista, dunque vedremo diversi personaggi in diverse situazioni. Tutti, però, lotteranno per la vita. Per realizzare questo particolare momento dell'ottava stagione, il set di Grande Inverno è stato ingrandito di molto ed è stato cosparso di neve e di litri e litri di sangue (finto, ovviamente). Ma niente paura: quando andrete a visitare i set nordirlandesi - e sappiamo che ci andrete - sarà tutto pulito e ordinato!

Insomma, aspettiamoci grandi cose. Ma aspettiamoci anche tanto dramma: ci sarà un motivo se Kit Harington ha pianto in ben due occasioni! Piccola consolazione: The Long Night, il (primo) prequel de Il Trono di Spade, entrerà in produzione il prossimo anno, dunque, se tutto andrà bene, nel 2020 torneremo a Westeros.