I migliori film di Paul Ritter

Ispirato ad un personaggio realmente esistito all’epoca del disastro nucleare, Anatoly Dyatlov, l’attore inglese nella miniserie Chernobyl interpreta un ruolo cruciale. Impegnato a teatro e sul piccolo schermo, nel corso della sua carriera è approdato anche al cinema: scopri di più. - Chernobyl, il confronto tra i personaggi della serie tv e le persone reali del disastro

Chernobyl, scopri tutto sulla serie

In Chernobyl, il cui gran finale è stato trasmesso in esclusiva su Sky Atlantic lo scorso 8 luglio, l’attore Paul Ritter interpreta un ruolo chiave, ispirato ad un personaggio realmente esistito all’epoca del disastro nucleare. 

Chernobyl, la recensione della quarta puntata

Ripercorriamo la carriera di Paul Ritter prima del suo approdo all’interno del cast della miniserie.

Paul Ritter per Chernobyl

All’interno della miniserie prodotta da Sky e HBO Paul Ritter interpreta Anatoly Dyatlov (SCOPRI I PERSONAGGI DI CHERNOBYL), esperto ingegnere nucleare al comando del reattore esploso nella notte tra il 25 e il 26 aprile 1986. Per prepararsi ad interpretare la parte, l’attore ha studiato con attenzione la realtà all’interno della centrale nucleare e le origini di Dyatlov, scoprendo che è sopravvissuto per nove anni, di cui cinque in un campo di lavoro forzato, dopo il tragico evento, perché considerato fra i responsabili della strage; una sorte inattesa, considerando che coloro che si sono ritrovati esposti ad alte quantità di radiazioni sono morti nel giro di un mese. “Abbiamo fatto due settimane e mezzo di riprese - racconta Ritter - in questa straordinaria replica della sala di controllo che è stata ricostruita in una vecchia fabbrica di tappeti a Vilnius. Eravamo lì con grandi attori come Sam Troughton, Robert Emms, Billy Postlethwaite e Carl Davies. Sono stato molto fortunato, ho avuto modo lavorare praticamente con tutti”.

Chernobyl, le foto del quarto episodio

 

 

Una scena di Chernobyl con Paul Ritter - Sky/HBO

Paul Ritter incontra James Bond

Dalla fiorente carriera televisiva e teatrale, Paul Ritter è noto al grande pubblico per essere comparso sul grande schermo all’interno di alcune saghe cinematografiche di successo internazionale. Nel 2008 eccolo nella serie ispirata alle avventure dell’Agente 007, seppur in un ruolo secondario: in Quantum of Solace, Ritter - guidato dal regista Marc Forster - è Guy Haines, consigliere del Primo Ministro britannico e membro di spicco dell'organizzazione criminale Quantum. Nel 22esimo film di James Bond è Daniel Craig a prestare il volto all’Agente segreto al servizio di Sua Maestà, per la seconda volta nel ruolo. L’anno successivo troviamo Ritter in una breve comparsa in Harry Potter e il principe mezzosangue.

Chernobyl: gli effetti dell’esposizione alle radiazioni

Paul Ritter all’epoca dell’Impero Romano in The Eagle

Galba, imperatore romano, in The Eagle, ha il volto di Paul Ritter. Il film del 2011 diretto da Kevin Macdonald, adattamento cinematografico del romanzo L'Aquila della IX Legione di Rosemary Sutcliff, catapulta il pubblico all’epoca dell’Impero Romano nelle terre della Britannia: protagonisti del film storico sono star del calibro di Channing Tatum, Jamie Bell, Mark Strong e Donald Sutherland, che restituiscono sullo schermo una rappresentazione che va oltre le sanguinose battaglie fra barbari e gladiatori.

Chernobyl e le altre: 15 città fantasma nel mondo

Son of Rambow, una commedia per Paul Ritter

Fra i ruoli interpretati da Paul Ritter prima di approdare sul set di Chernobyl va ricordato quello in Son of Rambow, film del 2007 diretto da Garth Jennings. La pellicola ruota attorno alle avventure di due studenti britannici molto diversi fra loro che sognano di realizzare insieme un film amatoriale. Fra i personaggi spunta Paul Ritter nelle vesti dell’insegnante di geografia dei giovani protagonisti Will e Lee, interpretati rispettivamente da Bill Milner e Will Poulter,che stringeranno una profonda amicizia nel corso della narrazione.