Dove vedere Catch-22, la nuova serie tv con George Clooney: canale e orario

La serie verrà trasmessa a partire da martedì 21 maggio alle ore 21.15, su Sky Atlantic e su Sky Cinema Uno

Catch-22, le anticipazioni Catch-22, le foto dal set

Alla premiere di Roma c’erano quasi tutti: Christopher Abbott, Kyle Chandler, Tessa Ferrer, Giancarlo Giannini. E poi lui, George Clooney, che, oltre a interpretare il sadico tenente Scheisskopf, di «Catch-22» è anche regista e produttore.

Ci sono stati gli abbracci, i sorrisi, le foto di rito, le interviste e gli applausi scroscianti a seguito della proiezione dei primi episodi.

Ora, però, superati i festeggiamenti per il successo dell’anteprima, la serie - originale Sky, co-prodotta con Paramount Television, Anonymous Content e Smokehouse Pictures - può svelarsi al pubblico italiano, con la sua prima messa in onda.

Catch-22: la messa in onda


Sei episodi trasmessi in prima Tv esclusiva a partire dal 21 maggio (e così in avanti, ogni martedì) alle ore 21.15, su Sky Atlantic e su Sky Cinema Uno.

Ne verranno, in particolare, trasmessi due a sera e saranno disponibili anche in 4K HDR per i clienti Sky Q, oltre che su Sky On Demand, in mobilità su Sky Go e in streaming su NOW TV.

Catch-22: la trama

Tratta dal romanzo antimilitarista di Joseph Heler del 1961, dal titolo «Comma 22», la serie segue le avventure di uno squadrone di giovani aviatori dell’esercito americano che, durante la Seconda Guerra Mondiale, si trovano di stanza in Italia.

Al centro, in particolare, c’è la storia del Capitano John Yossarian detto YoYo (Christopher Abbott): un bombardiere della USA Air Force che, per evitare la guerra, aveva scelto di arruolarsi nell’aviazione sperando che il conflitto sarebbe durato meno del suo stesso addestramento.

Invece, suo malgrado, il ragazzo finisce per trovarsi nel mezzo dello scacchiere europeo, suo malgrado, con l’unico obiettivo di tornarsene a casa il prima possibile.

Catch-22: il paradossale Comma-22

Per riuscire nel suo intento, decide di dichiararsi pazzo, incappando così nel paradossale Comma-22 che dà il titolo al romanzo.

Questo, infatti, stabiliva che soltanto chi era pazzo poteva chiedere di venire esonerato dalle missioni e che, però, nel momento stesso in cui una persona lo richiedeva, dimostrava di non essere pazzo per niente.

Perché? Perché appunto solo un pazzo avrebbe voluto continuare a volare in quelle condizioni.