Big Little Lies 2: dove abbiamo lasciato Bonnie, interpretata da Zoe Kravitz

Aspettando l’attesissima seconda stagione di Big Little Lies , in onda su Sky Atlantic a partire dal 18 giugno alle 21.15, ecco dove abbiamo lasciato Bonnie, interpretata da Zoe Kravitz.

Big Little Lies 2, lo speciale

Modalità countdown attivata: l’attesissima seconda stagione di Big Little Lies sta per arrivare! In onda su Sky Atlantic a partire dal 18 giugno, l’attesa si taglia con il coltello, rimanendo in tema omicidi. Perché la serie creata da David E. Kelley che si ispira al romanzo Piccole grandi bugie di Liane Moriarty parla di donne che di fatto ne commettono uno.

La "vittima" è Perry Wright, il marito di Celeste e padre dei suoi due gemelli che da sempre la picchia e la vessa con violenze che hanno dell’inimmaginabile. Nell’ultima puntata della prima stagione di Big Little Lies Perry ci ha lasciati, senza che nessuno abbia versato una lacrima (ne verserà solo sua madre, interpretata da Meryl Streep in questa seconda stagione).

Perry ci ha lasciati con l’uscita di scena più tragica che si possa aspettare: la morte violenta. Degna fine per uno come lui…

La sua violenza è tale da soggiogare tutti e inquinare quel microcosmo apparentemente tranquillo instillando odio e sangue. E infatti chi di fatto si macchierà metaforicamente del suo è il personaggio da cui meno ci saremmo aspettati che potesse fare del male anche solo a una mosca. Invece ha ucciso il ragno letale e perverso…

Si tratta di Bonnie, la nuova compagna dell’ex marito di Madeline. Giovane, bellissima, pacifica, ottimista e piena di energie positive, di professione fa l’insegnante di yoga. Un lavoro che per lei è una vera missione, come del resto per quasi tutte le persone che si approcciano professionalmente a una disciplina così legata all’interiorità e all’energia spirituale.

E lei sprizza energia da ogni poro. Tutti la adorano, in primis l’ex marito di Madeline che ne apprezza proprio il fatto di essere agli antipodi della sua ex moglie. Madeline è nevrotica, ansiosa, arrivista e pensa innanzitutto alla forma mentre Bonnie è calma, pacifica, riflessiva e molto introspettiva. Tutta sostanza anche se, c'è da dirlo, pure la forma non lascia di certo a desiderare: Bonnie è una donna meravigliosa, con un fisico tonico e sinuoso e un viso che farebbe impallidire qualsiasi bellona.
Tutti l’apprezzano molto, tutti tranne lei, ovviamente: Madeline.

Rosa dalla gelosia non tanto di vederla così amata dal suo ex quanto di notare che è apprezzatissima da sua figlia Abigail, che inevitabilmente trascorre molto tempo assieme a lei in quanto compagna del padre, Madeline le caverebbe gli occhi insomma. Invece Bonnie è comprensiva e, anzi, quando il suo compagno giudica l’ex moglie o se ne lamenta lei ne prende le parti, calandosi con empatia estrema nei suoi panni. 

Dunque lo stupore di scoprire che la mano che spingerà dalla scalinata Perry causandone la morte è proprio la sua lascia di stucco.
Ma dà risvolti ancora più interessanti a questo personaggio che sembrava troppo angelico e perfetto. Scopriamo invece nella scena finale della prima stagione di Big Little Lies che Bonnie è fatta di carne come tutte. E che la solidarietà femminile è più forte di qualsiasi saluto al sole, posizione di fiore di loto e energia spirituale...