Westworld 3, 10 indizi sulla nuova stagione della serie tv a partire dal trailer. VIDEO

Serie TV

Linda Avolio

Su Sky Atlantic è in arrivo la terza, attesissima stagione di Westworld. In attesa di lunedì 16 marzo - è questa la data da segnare sul calendario, perché alle 02.00 del mattino, in contemporanea con HBO, SKY metterà a disposizione la versione originale sottotitolata (poi in replica in serata, disponibile anche On Demand e in streaming su NOW TV) - ecco 10 indizi a partire dal trailer.Westworld 3: il trailer della serie tv in arrivo su Sky, fotogramma per fotogramma. FOTO

Westworld, la terza stagione in arrivo su SKY

Dopo quello mostrato al San Diego Comic-Con 2019, HBO ha rilasciato un nuovo trailer della terza, attesissima stagione di Westworld. E ora non abbiamo più dubbi: Dolores è sul piede di guerra, e sarà proprio Maeve a tentare di fermarla!

The New World (il nuovo mondo, o il mondo nuovo) è il terzo capitolo dell'ambiziosa creatura di Lisa Joy e Jonathan Nolan (The Maze, il labirinto, è la prima stagione, The Door, la porta, è la seconda), ed è ambientato in una metropoli (forse Los Angeles?) del futuro, come anticipato dal video Divergence, il finto spot di una misteriosa società chiamata Incite.

Da quel che si vede nel trailer, c'è aria di rivoluzione...e di vendetta! Nuove ambientazioni, nuovi obiettivi, e anche nuovi personaggi, tra cui quelli di Aaron Paul e Vincent Cassel. Westworld 3 sarà in onda su Sky Atlantic a partire da lunedì 16 marzo alle 02.00, in versione originale sottotitolata, in contemporanea con la messa in onda statunitense, ma intanto ecco cosa possiamo (forse!!) aspettarci.

Westworld 2, episodio 10: la recensione di The Passenger, il finale di stagione

Westworld 3, 10 indizi a partire dal trailer

1 - Anzitutto l'ambientazione. Da quel che abbiamo potuto vedere finora (e da quanto mostrato nel finto spot dell'altrettanto finta compagnia Incite, che, a quanto pare, sarà al centro della storia in questo nuovo capitolo), ci ritroveremo insieme a Dolores in una metropoli (forse Los Angeles?) del futuro, molto probabilmente nell'anno 2052 (anno in cui sono ambientati gli eventi della S02), o comunque più o meno in quel periodo. Un futuro piuttosto vicino e, soprattutto, che a oggi potrebbe anche diventare la nostra realtà. Cosa che, sinceramente, rende il tutto ancora più inquietante!

2 - Dolores - che è riuscita a fuggire dall'isola dei parchi tematici nel finale della seconda, intricatissima stagione nascondendosi "in bella vista" dentro il corpo di Charlotte Hale, ma anche grazie, così parrebbe, all'aiuto di Stubbs - scatenerà un vero pandemonio nel cosiddetto mondo reale. Non che non avesse già esplicitato le sue bellicose intenzioni (qui la recensione del decimo e ultimo episodio della S02), ma a quanto pare è passata in fretta all'azione! La nostra (s)terminatrice di esseri umani preferita è la paladina del libero arbitrio (per il quale, come ben suggerisce il poster ufficiale della S03, ha pagato e continuerà a pagare un prezzo altissimo ma necessario), e non si fermerà fino a quando non avrà stabilito un nuovo ordine. Contro quegli uomini che hanno creduto di essere degli dei e di poter controllare le esistenze di altri esseri (umani e non), si scatenerà tutta la sua ira: "Le vere divinità stanno arrivando...e sono molto arrabbiate..." 

3 - Ad aiutare Dolores è quasi sicuro che ci sarà Charlotte Hale, o meglio, la sua versione sintetica. Dal trailer pare evidente che il personaggio di Evan Rachel Wood ha ricreato quello di Tessa Thompson, e dubitiamo l'abbia fatto solo per avere compagnia! Sicuramente avrà bisogno di lei per infiltrarsi da qualche parte e per portare a termine il suo piano: la guerra contro i suoi creatori, contro quegli dei così crudeli e irresponsabili. "Cinque di noi contro un intero mondo di loro..." dice la Charlotte 2.0, e la sua (ri)creatrice risponde senza esitazione: "Sarà abbastanza." Ma quanto è fedele all'originale questa versione di Charlotte? E quanto sarà fedele a Dolores e alla sua causa? Da quanto possiamo intuire, Charlotte Hale è tornata regolarmente alla sua vita pre inferno sull'isola dei parchi. A cosa si starà dedicando ora, dopo l'imminente fallimento della Delos? Ammesso e non concesso che Hale abbia mai lavorato per la Delos...

Westworld 2: alcune questioni in sospeso

4 - Aaron Paul interpreta un personaggio che si chiama Caleb. Di lui per ora non sappiamo molto, ma sappiamo che aiuterà Dolores nella sua nuova missione. Da quel poco che abbiamo potuto intuire, la sua esistenza è ben lontana dall'essere entusiasmante, ma non ci è dato sapere se è stato effettivamente vittima di qualche errore (informatico? giudiziario?) o se, semplicemente, ha una visione della vita e del mondo affine a quella di Dolores. Che, non a caso, da brava manipolatrice qual è sceglie proprio lui per dare inizio a quella che, a tutti gli effetti, sembra una vera e propria ribellione, con tanto di scene di guerriglia urbana. "Io e te ci assomigliamo. Ti hanno messo in una gabbia, hanno deciso per te come sarebbe stata la tua vita. Hanno fatto lo stesso anche a me." dice il personaggio di Evan Rachel Wood nel trailer, ma non si capisce se, in riferimento a quello di Aaron Paul, il suo discorso sia letterale o metaforico. Un'ultima questione: chi o cosa sta tenendo d'occhio Caleb? Lo scopriremo presto, ma tutto lascia supporre uno scenario alla 1984 di George Orwell.

5 - Dopo essersi sacrificata per permettere alla "figlia" di attraversare il portale aperto da Dolores nel finale della S02, Maeve è stata recuperata (da Felix e Sylvester) e riattivata, e a quanto pare per un motivo ben preciso. A chiedere proprio di lei è il misterioso personaggio interpretato da Vincent Cassel, che, con tutta probabilità, sarà il creatore o il fondatore della Incite. Ad ogni modo, il personaggio di Thandie Newton torna in scena con un compito ben preciso: trovare Dolores e ucciderla, possibilmente una volta per tutte! Negli ultimi secondi del trailer vediamo per l'appunto l'incontro metropolitano tra le due eroine, ma resta da capire se saranno nemiche o se, al contrario delle aspettative, decideranno di unire le forze. A questo punto, tutto è possibile. Vediamo anche qualcos'altro però nel video di lancio della S03: i Maector!! Maeve e Hector sono ancora insieme, sono ancora innamorati, e sono ancora in fuga, a quanto pare dai nazisti (??!). Sono forse stati piazzati in un parco a tema Seconda Guerra Mondiale? Intanto la Terza, come tutto lascerebbe intuire, sta per scoppiare nel mondo reale...

6 - Indovinate un po' chi è tornato sull'isola della Delos? Sì, proprio lui: Bernard. Nel trailer vediamo il personaggio di Jeffrey Wright osservare i resti del primo villaggio creato da Ford, quello da cui tutto ebbe inizio... I segni della distruzione portata avanti da Dolores e dal suo esercito sono evidenti, dunque dubitiamo si possa trattare di Arnold in questo caso. Verso la parte finale del video ritroviamo Bernard in compagnia di quello che, al 99,9999999 per cento è un suo simile: Stubbs. Nella scena in cui decide di lasciar imbarcare Halores nell'ultimo episodio della S02, il personaggio di Luke Hemsworth lascia chiaramente intendere di non essere umano. Cosa staranno dunque progettando di fare insieme? Di sistemare le cose o, al contrario, di distruggerle definitivamente da dentro?

7 - Come scritto poco sopra, nella terza stagione ci sarà anche Vincent Cassel, in un ruolo per adesso assai misterioso. Di lui sappiamo che viaggia su un dirigibile futuristico, che abita in una casa bellissima, e che ha deciso di chiedere aiuto a Maeve per rintracciare Dolores e per eliminarla una volta per tutte. Ma per quale motivo? Il personaggio di Cassel sembra essere a tutti gli effetti "Mr. Incite", dunque il creatore o il fondatore di questa compagnia piuttosto inquietante. Non è chiaro se la Incite sia la proprietaria della Delos o se le due società non siano collegate, ma ciò che è certo è che si tratta di un colosso mondiale in possesso di una mole di dati a dir poco inimmaginabile. Ah, sappiamo anche un'altra cosa: che la Incite è nel mirino di Dolores, dunque che le cose potrebbero mettersi molto male in breve tempo!

8 - E' veramente l'inizio della Terza Guerra Mondiale nella serie? Dal nuovo logo della S03 parrebbe di sì (si tratta di un evidente richiamo alle diciture World War I e World War II), e da quel che possiamo intuire sarà una guerra non tra nazioni, ma tra controllori e controllati. Sarà Dolores a scatenare questo nuovo conflitto? E' possibile. Molto possibile. Quasi certo!

9 - Che William fosse sopravvissuto lo sapevamo perché viene detto chiaramente nel finale della seconda stagione. Ma sappiamo anche che, in un futuro lontano ma non troppo, l'Uomo in Nero si ritroverà a fare infinite volte il test della fidelity (la "fedeltà di riproduzione") con un androide che ha le sembianze di sua figlia, uccisa proprio da lui a causa della sua paranoia. E' in realtà possibile che tutto questo non accadrà mai, e per un motivo molto semplice: forse a esserci mostrato è stato "solo" un incubo el personaggio di Ed Harris. Ma se invece non si trattasse di Joy e Nolan che trollano gli spettatori? Ciò significa che William prima o poi si ritroverà in quella spiacevole situazione. Facciamo comunque un passo indietro. L'Uomo in Nero è stato evacuato dall'isola ed è tornato nel suo mondo. Nel trailer lo vediamo con la camicia sporca di sangue, dunque appena dopo gli eventi della S02. "Salverò questo mondo del ca**o." dice a qualcuno...ma cosa intenderà veramente? Lo salverà forse distruggendo tutto? Nel video, però, lo vediamo anche rinchiuso in una stanza alquanto minimal in compagnia di una versione di Dolores agghindata col suo usuale abito azzurro. Dove e soprattutto in che momento ci troviamo? Quello è il William "reale," in carne e ossa, umano, o è già una versione sintetica? Siamo forse in un sogno? Per ora possiamo solo avanzare delle ipotesi.

10 - Da Delos a Incite. Non ci è dato sapere se la Delos come società esista ancora dopo quanto accaduto sull'isola dei parchi tematici, ma sappiamo che il MESA è ancora operativo, e che Bernard e Stubbs sono al lavoro dall'interno. In compenso, sappiamo che esiste un'altra compagnia che si chiama Incite (ndr, in inglese il verbo to incite significa incitare/spingere qualcuno a fare qualcosa o verso qualcosa, ma anche istigare, provocare), e dal finto sito internet messo online dai creatori della serie e da HBO si capisce chiaramente che si tratta di una sorta di "social network sotto steroidi" capace di far vivere alle persone la migliore vita che potrebbero vivere nella migliore versione del mondo che potrebbe esistere. Ciò presuppone una raccolta di dati (personali e non) di dimensioni pressoché inimmaginabili. Uno scenario inquietante...se non fosse che, in piccola (ma neanche troppo!) parte è già in atto... E' dunque la Incite ad aver tenuto d'occhio finora Caleb? Da quanto tempo? Il finto spot della compagnia parla del fatto che, per la prima volta, dopo il caos e l'entropia finora caratteristici dell'esistenza umana finalmente la Storia ha un narratore. Ma in che senso? E' tutto già scritto? Anche nel cosiddetto mondo reale il libero arbitrio a questo punto non sembra poi così libero...soprattutto non sembra per niente a costo zero: e se in nome dell'ordine e della pace gli esseri umani avessero rinunciato alla propria autodeterminazione e alla loro libertà? E' da qui che partirà la guerra di Dolores?

Spettacolo: Per te