Massimo Ranieri, le 6 migliori canzoni

Le 6 migliori canzoni di Massimo Ranieri: da “Perdere l’amore” a “Vent’anni”

Cantante, attore e straordinario showman, Massimo Ranieri è da sempre un artista a tutto tondo. Nato nel 1951 a Napoli è tra gli artisti italiani che hanno venduto il maggior numero di dischi nel mondo. Il suo debutto nel mondo della musica arriva a soli 13 anni con lo pseudonimo di Gianni Rock, pubblica il primo album e fa da spalla a Sergio Bruni in un tour negli Stati Uniti. Negli anni 60 la sua popolarità cresce grazie a manifestazioni come Canzonissima e Festival di Sanremo, inoltre debutta anche come attore. In carriera ha pubblicato 31 album, 23 in studio, 4 live e 4 raccolte e 36 singoli. Interprete di grandi classici della musica napoletana e italiana, ha anche cantato successi personali come “Rose Rosse” e “Perdere l’amore”. Quest’ultima ha di fatto rilanciato la sua carriera discografica dopo tanti anni dedicati alla recitazione teatrale. Negli anni 90 si cimenta anche con la televisione e conduce numerosi programmi di punta per la RAI. Durante la sua lunghissima storia artistica ha sempre alternato la musica al teatro ottenendo grandissimi successi sui palchi più importanti d’Italia e del mondo. Per conoscere meglio Massimo Ranieri cantante, ecco le sei migliori canzoni della sua carriera:

  • Perdere l'amore
  • Se bruciasse la città
  • Erba di casa mia
  • Rose Rosse
  • Ti penso
  • Vent’anni

Perdere l’amore

Scritta da Marcello Marrocchi e Giampiero Artegiani, “Perdere l’amore” è stata la canzone vincitrice dell’edizione del 1988. Il brano venne proposto già nella precedente edizione del Festival di Sanremo (cantata però da Gianni Nazzaro) ma venne scartata. La versione cantata da Massimo Ranieri ha un nuovo arrangiamento curato da Lucio Fabbri e Sergio Conforti, in arte Rocco Tanica e tastierista del gruppo Elio e le Storie Tese. “Perdere l’amore” è una delle canzoni più famose tra quelle che hanno vinto il Festival di Sanremo.

Se bruciasse la città

Tra i grandi classici di Massimo Ranieri c’è “Se bruciasse la città” canzone pubblicata nel 1969. Scritta da Giancarlo Bigazzi, Enrico Polito e Totò Savio, ha conquistato il terzo posto in Canzonissima 1969. Il gruppo di autori ha scritto anche “Erba di casa mia”, altro grande successo di Massimo Ranieri.

Vent’anni

Canzone vincitrice di Canzonissima 1970, “Vent'anni” è uno dei più grandi successi commerciali nella carriera di Massimo Ranieri. Il brano resta per otto settimane in testa alla classifica dei singoli più venduti in Italia (all’epoca 45 giri).

Erba di casa mia

Uscita nel 1972, “Erba di casa mia” ha conquistato l’edizione di “Canzonissima” di quell’anno e conquistò il primo posto della classifica dei singoli più venduti in Italia. Un successo commerciale che ha permesso a Massimo Ranieri di restare nella top 10 per oltre due mesi.

Rose Rosse

Rose rosse” è una canzone pubblicata per la prima volta nel 1968, distribuita in pochissime copie. Lo scarso riscontro spinge la casa discografica ad iscrivere Massimo Ranieri al Cantagiro con lo stesso brano. La vittoria inaspettata spinge le vendite e “Rose rosse” diventa un evergreen della musica italiana.

Ti penso

Presentata al Festival di Sanremo del 1992, “Ti penso” si classifica al quinto posto nella classifica generale. Una ballad romantica e dolcissima su un uomo che pensa ancora alla sua donna amata.