Quattro curiosità sulla casa di Freddie Mercury

Dall’indirizzo all’attuale proprietario: tutto quello che c’è da sapere sulla casa di Freddie Mercury

Di lui, tutti sanno praticamente tutto. O quasi. Sono in pochi infatti a conoscere i “segreti” celati dietro la facciata della sua casa di Londra. L’abitazione in questione è l’ultima posseduta da Freddie Mercury, dove il frontman dei Queen ha vissuto fino alla morte, avvenuta il 24 novembre di 28 anni fa. Scopriamo allora qualcosa in più sulla misteriosa abitazione, che ora è di proprietà della ex compagna, Mary Austin.

L’indirizzo

La casa dello storico frontman dei Queen si trova a Londra, la città che l’artista – di origini indiane, ma nato a Zanzibar – ha eletto a suo domicilio dopo aver sposato la carriera da musicista. Per essere più precisi, la splendida e lussuosa villa si trova in Logan Place 1, nel quartiere residenziale (e signorile) di Kensington. L’abitazione è facilmente raggiungibile con i mezzi di trasporto – autobus e metropolitana – e con la propria auto. È anche possibile posteggiare lungo la strada, ma solo per alcuni minuti: il tempo di scendere dall’auto, osservare dall’esterno la villa e poi mettere in marcia e ripartire.

Villa inespugnabile

Dopo la morte di Freddie Mercury, accorsa il 24 novembre del 1991, la casa è diventata di proprietà della sua ex compagna, quindi amica più intima, Mary Austin, che ne è attuale proprietaria. La donna continua a vivere in quella abitazione, che per Freddie Mercury era una sorta di “rifugio privato” in cui l’artista si rinchiudeva quando voleva stare da solo. Per quanto tutti conoscano l’indirizzo, la casa è assolutamente inaccessibile a chiunque: la Austin, infatti, non solo non ha mai aperto le sue porte per una visita da parte dei fan, ma non ha neanche mai fatto entrare giornalisti, non consentendo a nessuno di diffondere delle fotografie scattate al suo interno. Basti pensare che, oltre alle tante telecamere che guardano nelle aree circostanti la villa, la donna ha fatto recintare l’intero perimetro con del filo spirato.

Il muro e le firme dei fan

In prossimità dell’ingresso, il muro della casa è stato eletto a parete capace di raccogliere tutte le testimonianze ricche di affetto dei fan, che lì hanno lasciato le loro firme e le loro dediche al cantante, scomparso prematuramente.

L’altare dei fan fatto rimuovere

Comportamenti, questi ultimi, che trovano comprensione di Mary Austin, ma solo fino a un certo punto. Se il muro in prossimità dell’ingresso rimane intatto, con le tante firme degli ammiratori di Freddie Mercury, la donna ha invece fatto rimuovere e sostituire l’imponente portone, che raccoglieva le testimonianze di affetto degli stessi ragazzi. Delusi i fan del cantante. Mary Austin si è giustificata dicendo di apprezzare le dimostrazioni di affetto verso l’ex compagno, ma di non tollerare il saccheggio e la sporcizia perpetrati ai danni della sua abitazione. Ha inoltre detto di aver speso una fortuna per sostituire il portone di ingresso: per questo non tollererà altre simili manifestazioni di “affetto”, agendo anche per vie legali nei confronti di chi imbratterà nuovamente la sua abitazione.