Ghali, il nuovo singolo è “Flashback”

Ghali irrompe sulle scene con il nuovo singolo “Flashback”. Un ritorno ai fantasmi del passato con il sound degli esordi

Ghali, le canzoni più famose

Nel giro di pochi mesi, Ghali torna sulle scene musicali. Dopo il featuring con il rapper britannico Stormzy nel remix di “Vossi Bop”, l’artista è già online sulle piattaforme di streaming musicali con il singolo “Flashback”. Prodotto da Bejan Amir, il brano sta preparando il terreno per l’uscita del nuovo album di Ghali che si preannuncia ricco di sperimentazioni musicali. Al momento sono solo rumors e l’attesa per il disco del cantautore è scaldata da un singolo intimista che racchiude i momenti salienti della sua vita. Flashback è un vero e proprio ritorno al passato, il sound dell’ultimo singolo di Ghali richiama lo stile degli esordi, ricorda il rap di “Vai tra”. A fare la differenza è però la forza travolgente del testo, una biografia in versi che si lega a doppio filo con il suo passato, segnato dall’abbandono del padre.

“Flashback” omaggio per i fan

 Questa forte esperienza di vita ha ispirato il brano che con un flow avvolgente punta a scalare le classifiche. “La seconda strofa di Flashback è tra le migliori che abbia mai scritto” ha dichiarato Ghali dimostrando quanto questo nuovo singolo, come l’album in uscita, abbiano l’ambizione di consacrarlo definitivamente nel panorama musicale italiano. Il brano nasce come “modo migliore che ho per dimostrare che ci sono, che non me ne sono andato” ha scritto in una storia su Instagram il rapper. Un chiaro riferimento alla ferita sempre aperta delle sofferenze legate alla sua infanzia. “Forse anche io come mio padre e chi è venuto dopo di lui, stavo abbandonando chi ha bisogno di me e non posso permetterlo” ha incalzato il cantautore, dichiarazione che molti fan hanno letto come un momentaneo allontanamento volontario negli ultimi mesi dalle luci della ribalta. Sono trascorsi in reltà pochi mesi e Ghali sulle scene è tornato prepotentemente con un singolo diretto, senza censure, come tutta la sua produzione musicale. Flashback non ripercorre solo a ritmo di rap i fotogrammi salienti dell’esistenza dell’artista, nasce anche come omaggio ai fan, come supporto a chi si rifugia nella musica per alleviare le proprie sofferenze.

L'intento di "Flashback" e il testo del nuovo singolo

Partendo dal classico “take the rap for something” lo rivisita in maniera del tutto originale, in cui il “best friend” del singolo sembra essere uno dei suo fan che gli fa da interlocutore. “Forse sono qui per non far sentire solo chi vive situazioni simili tutti i giorni e trova nelle mie parole un conforto” scrive ancora Ghali, rivelando l’intento reale di “Flashback”. “Qualcuno pronto a tendere la mano c’è sempre, voglio essere quel qualcuno per chi ne ha bisogno” conclude l’artista. Non è solo questione di sound, è con questo spirito alla base della creazione del testo che Ghali si rende unico nel panorama musicale italiano.

Questo il testo di "Flashback":

Possiamo stare best friend, ma ho due richieste

Proteggi queste bestie, in corsa campestre

Commissario taglia teste, con il Winchester

Non fare il guastafeste, c’ho brutti flashback

Mio padre non c’è, se n’è andato via

Ha pensato a se, non è colpa mia

Mia madre con me nella guerrilla

Hai mai visto un re in periferia?

Alza i pantaloni, abbassa quei toni

Giuro non mi trovi in certe situazioni

Intervistatori mi chiedon’: “Ius soli”

Credo soltanto che siamo più soli

Non so parlare, so solo canzoni

Svito bulloni, giro spaghettoni

Non presto attenzioni che non mi ridanno

Mio papà l’ho visto più dentro che fuori

Non ho mai la mia età, no mai

Non c’è più gravità, ormai

Tra noi e l’aldilà, via vai

Se hai solo un piano A, lo fai

Possiamo stare best friend, ma ho due richieste

Proteggi queste bestie, in corsa campestre

Commissario taglia teste, con il Winchester

Non fare il guastafeste, c’ho brutti flashback

Da tempo non c’è quiete tra le tempeste

Borbottan’ le vecchiette, dalle finestre

Il quartiere si riveste, dopo le sette

Tra pattuglie e gang, se c’ho brutti flashback

Ehi

Pensavo di averlo d’acciaio, sto cuore

Nei messaggi che ho mandato per sbaglio

Fisso le lancette che girano al contrario

Tu guardami gli occhi, se vuoi leggermi il diario

È inutile che aspetto, qua non c’è premio in palio

Anche se sto sul podio

Appeso a un filo di nylon, un gangster teen idol

Sta morte la odio, sta vita la amo

Seppure la taglio, mi scuso se sbaglio

In zona vendevo al dettaglio

Se zoommi ora vedi il dettaglio, woh

Sti fluss cosa fanno?

Gli infami si nasconderanno, e gli alberi me lo diranno

Non ho mai la mia età, no mai

Non c’è più gravità, ormai

Tra noi e l’aldilà, via vai

Se hai solo un piano A, lo fai

Possiamo stare best friend, ma ho due richieste

Proteggi queste bestie, in corsa campestre

Commissario taglia teste, con il Winchester

Non fare il guastafeste, c’ho brutti flashback

Da tempo non c’è quiete tra le tempeste

Borbottan’ le vecchiette, dalle finestre

Il quartiere si riveste, dopo le sette

Tra pattuglie e gang, se c’ho brutti flashback.