Lucio Dalla - Legacy Edition, questo non è un disco è il disco

Inserire immagine

Lucio Dalla Legacy Edition , storia di un disco che ha cambiato la percezione della musica in Italia. Tra apocalisse e rinascita dieci canzoni (più tre di bonus track) che festeggiano i loro primi 40 anni

(@BassoFabrizio)

La luna puttana è quella che lo ha portato via. Come ha portato via il suo amico, e mio amico, Michele Mondella, storico ufficio stampa di Lucio Dalla. Ma noi la eclissiamo e gioiamo perché quarant’anni dopo viene ripubblicato, con l’aggiunta di tre bonus track in versione inedita, l’album Lucio Dalla in versione Legacy Edition. La sua forza è stato inventare suggestioni che prima non c’erano, lui fu originale e felice di non essere allineato come gli insegnò Roberto Roversi. In questo disco, come sottolinea il giornalista John Vignola, Dalla è tra apocalisse e rinascita. Per altro qui non c’era bisogno di accompagnarlo nella nostra epoca perché è un disco contemporaneo, bisogna solo tributargli rispetto. Quattro decenni dopo non si poteva non celebrare quello che è il disco per antonomasia. All’epoca guardavamo più all’estero, nel 1979 uscirono pietre miliari quali Highway to Hell degli Ac/Dc, Tommy degli Who, Reggatta de Blanc dei Police, The Wall dei Pink Floyd, Communiqué dei Dire Straits, London Calling dei Clash…era dura dunque spingerlo in mezzo a quei fenomeni ma Lucio fece il miracolo. Ecco perché, al di là dei gusti soggettivi, Lucio Dalla viene ritenuto all’unanimità un lavoro fondamentale.

L'album pubblicato oggi da Sony contiene tre bonus track che sono una versione di Angeli con i disegni di Alessandro Baronciani, Stella di Mare in un inglese maccheronico e una versione in studio di Ma come fanno i marinai con Francesco De Gregori. Questo è un disco leggero, non è affollato ma contiene brani come Anna e Marco che ancora oggi ci si domanda come mai non ne hanno fatto un film. La sola risposta che viene in mente è che era già scritto nelle parole di Lucio. Sono canzoni che escono dall’epoca in cui sono state scritte: il bar di periferia è ancora lì. Come lo sono nell'aria, luminose e moderne, le i brani dell'album: L'ultima luna, Stella di Mare, La Signora, Milano, Anna e Marco, Tango, Cosa sarà con Francesco de Gregori, Notte, L'anno che verrà e Angeli. Da tempo non lo ascoltavo in sequenza, brani sparsi, a volte occasionali altri cercati...ma quello che posso dire è che non verrà più un anno così.