Don Joe tra Cos'è l'Amore (con la voce di Franco Califano) e il Tocco di Mida

Inserire immagine

Cos’è l’amore (Sony Music) è il nuovo singolo di Don Joe con la voce di Franco Califano e la partecipazione di Ketama126 e Franco126 . Inoltre il produttore e membro fondatore dei Club Dogo pubblica il suo primo libro Il Tocco di Mida . L'INTERVISTA

(@BassoFabrizio)

Non ci sono periodi tranquilli per Don Joe. Al massimo ce ne è qualcuno un po' meno intenso. Queste settimane post estate rientrano nella prima categoria. ma che soddisfazioni. Cos’è l’amore (Sony Music) è il nuovo singolo di Don Joe con la voce di Franco Califano e la partecipazione di Ketama126 e Franco126. Inoltre il produttore e membro fondatore dei Club Dogo pubblica il suo primo libro intitolato Il Tocco di Mida (Mondadori Electa). Lo ho intervistato.

Un bell'azzardo adottare la voce di Franco Califano.
E' un cardine della mia visione di musica italiana.
Cosa affascina di Califano?
Il background di musica un po' maledetto abbinato all'essere trasandato anche nella vita. Mi ricorda molto il rap: inizi difficili e poi buoni risultati.
Come sei arrivato a Cos'è l'amore?
Intanto è una canzone che non è mai uscita. Poi in Italia si parla tanto di amore ma si prendono le distanze dai suoi lati spigolosi.
Perché Ketama126 e Franco126?
Franco per il nome e Ketama perché si ispira a lui.
Ti infastidisce che oggi raccontano tutti la periferia ma vengono dai quartieri esclusivi?
Il ragazzo di buona famiglia c'è sempre stato ma ora si nota di più. E comunque conosco persone benestanti, con figli, che hanno raccontato la periferia meglio di chi ci è nato.
Cosa fa la differenza?
Devi averla vissuta in un certo modo. la strada non legittima. Indipendentemente dal quartiere che vivi, devi dimostrare di essere bravo a rappare.
Parliamo del tuo libro Il Tocco di Mida?
Sono emerse, in occasione di una intervista, alcuni momenti del mio passato quando facevo tre lavori e il sogno era costruirmi uno studio. Oggi per cominciare possono bastare un pc e un tutor musicale.
Come lo definiresti?
Biografico ma anche tecnico perché spiego come sboccia la musica.
Un ritorno alle origini.
Non dimentico mai la mia storia. Ricordo anche i momenti difficili ma non sono rancoroso, non mi getto nel passato per rivangare episodi ma non li dimentico. Arrivo da una famiglia normale e il rap mi ha cambiato la vita.
Una bella storia. Educativa.
Rappresento il self made man. Ho una carriera di 15 anni. Oggi è tutto più facile con le app che trovi nei pc.
Stacchi mai?
Quando posso vado in vacanza.
Le prossime?
Non so. Ora sono alle prese con una playlist per spotify. E' una mia idea.
Poi ci sono la tua etichetta, la Dogozilla, la collaborazione con Sony.
E' un modo per fare scouting. In entrane le situazioni cerco nuovi talenti. E ti assicuro che ce ne sono!