Elvis Presley, i cinque album più importanti

Elvis Presley
@Getty Images

Cinque album fondamentali per conoscere la storia musicale di Elvis Presley, scomparso il 16 agosto del 1977

Elvis Presley, le dieci canzoni più famose

42 anni fa Elvis Presley moriva nella sua dimora di Graceland. L’icona suprema del sogno americano tra gloria ed eccessi continua ad essere un vero e proprio marchio, commemorato in ogni tipo di gadget. Un povero ragazzo che divenne il re populista d'America, un simbolico passaggio del potere culturale e sociale dall'élite alle masse. Elvis Presley è un simbolo ma anche un grande personaggio della storia della musica. L'energia sprigionata dalla sue registrazioni e la capacità di catalizzare l’attenzione gli hanno permesso di essere l’unica pop star a raggiungere il primo posto in classifica negli Stati Uniti in ogni decennio dagli anni ‘50. In 22 anni di attività ci sono almeno cinque album ritenuti fondamentali per conoscere la storia di Elvis Presley

  • The Sun Collection (pubblicato nel 1976, registrato nel 1955)
  • Elvis Presley (1956)
  • Elvis (1956)
  • Elvis is Back (1960)
  • Elvis NBC TV Special (1968)

The Sun Collection

Elvis Presley era un camionista di 19 anni con un abito rosa e un taglio di capelli decisamente particolare. Queste caratteristiche attirarono l'attenzione di Sam Phillips, proprietario degli studi Sun a Memphis. Attingendo alle sue radici folk, gospel e country, con una forte dose di influenze afroamericane, Elvis Presley propone un nuovo suono, il rockabilly. La sua voce diventa uno strumento vivente che rimbalza e singhiozza in tutta “Baby Let's Play House” e urla gioiosamente in “Mystery Train”. L’album è stato pubblicato nel 1976, ma in realtà “The Sun Collection” comprende tutte le registrazioni da debuttante di Elvis Presley. La semplicità e la chiarezza della produzione di Phillips permettono di ascoltare in tutto e per tutto la nascita del rock and roll.

Elvis Presley

Si tratta del primo album con un una grande etichetta. Affrettato e con una straordinaria leggerezza, il progetto vede Elvis Presley conquistare ogni canzone facendola propria con un approccio che mette in ombra le versioni originali. Tra le canzoni divenute fondamentali ci sono “Blue Suede Shoes”, “Blue Moon” e “Money Honey”. Sembra quasi di sentire il sovraccarico di idee che ha accompagnato la costruzione dell’album. 

Elvis

Registrato in una sessione di tre giorni immediatamente dopo le riprese di “Love Me Tender” e una settimana prima della sua prima apparizione in “Ed Sullivan Show”, questo è considerato da tanti il disco definitivo del rock and roll portato da Elvis Presley. Per la prima volta i tamburi sono stati singolarmente microfonati, conferendo un suono più duro e più nitido. Tra frenesia e ballate sentimentali, Elvis Presley conquista in ogni traccia diventando un intrattenitore a tutto tondo. In Gran Bretagna l'album venne pubblicato con il titolo Rock'n'Roll No 2, in Italia venne distribuito nel 1974.

Elvis is Back

Registrato a Nashville, l’album è composto da dodici brani tra ballate e assaggi di blues, rock, pop e gospel con una qualità che ancora oggi impressiona. Tra le canzoni più importanti spiccano “Dirty, Dirty Feeling”, “Like A Baby”, “Such a Night”, Fever” e “Reconsider Baby”. Le vendite superarono ben presto il milione di copie.

Elvis NBC TV Special

Alla fine degli anni '60, in un mondo musicale rivoluzionato dai Beatles, Elvis era un anacronismo. Per tornare alla ribalta scelse uno speciale televisivo in cui è emerso dall'esilio autoimposto per esibirsi davanti a un pubblico dal vivo. Vestito di pelle nera, riunito con Scotty Moore e DJ Fontana, dà vita ad una delle sue performance più avvincenti. Anche in questo caso dona spontaneità e senso del divertimento prendendo possesso di brani come “One Night”, “Trying To Get To You”, “Baby”, “What Do You Want Me To Do”, “Lawdy Miss Clawdy” e “Blue Christmas”. Conosciuto anche come The '68 Comeback Special, segna il grande ritorno di Elvis Presley sulle scene musicali dopo ben 7 anni di assenza.