Daniele Silvestri, concerto gratuito a Milano: info e scaletta

Daniele Silvestri
@Getty Images

In piazza Liberty a Milano, quarto appuntamento con i concerti gratuiti organizzati da Apple. Il protagonista sarà Daniele Silvestri

Il quarto appuntamento della rassegna “Apple Music Live” vedrà come protagonista Daniele Silvestri. Il cantautore si esibirà nell’anfiteatro di Piazza Liberty il 27 giugno alle ore 21. Il concerto è a ingresso libero fino ad esaurimento posti ed è l’ennesimo straordinario live organizzato grazie all’accordo tra Palazzo Marino e Apple per l’uso pubblico della piazza. Lo show di Daniele Silvestri fa parte del calendario dell’Estate Sforzesca, rassegna di musica, teatro e danza che animerà la stagione estiva milanese. Così come avvenuto per gli altri concerti, anche in questo caso è prevista la pubblicazione dell’EP della serata che sarà disponibile in esclusiva nelle prossime settimane. Una giornata intera dedicata alla musica con laboratori dedicati ai più giovani che potranno provare nuovi software per comporre melodie in attesa dell’arrivo di Daniele Silvestri.

Il nuovo album di Daniele Silvestri

Il cantautore ha da poco pubblicato l’album “La terra sotto i piedi”. Arrivato a tre anni di distanza da “Acrobati”, è stato anticipato da cinque singoli: il primo, “Argentovivo” (feat. Rancore e Manuel Agnelli) è stato presentato durante l’ultima edizione del Festival di Sanremo, dove ha inoltre conquistato il Premio della critica; quindi “Complimenti ignoranti”, “Tempi modesti” (feat. Davide Shorty), “Blitz gerontoiatrico” e “Prima che”, attualmente in rotazione radiofonica. Per presentare il nuovo progetto Daniele Silvestri è stato protagonista di un instore dove ha fatto ascoltare alcune delle canzoni dell’album e ha intrattenuto i fan presenti. La scelta è nata anche per soddisfare la voglia di live del cantautore che da ottobre a novembre sarà protagonista per la prima volta di un tour nei palasport. Le canzoni estratte da “La terra sotto i piedi” saranno infatti protagoniste dello spettacolo che prenderà il via il 19 ottobre dal Pala Paternesi di Foligno, in Provincia di Perugia. Il tour si concluderà il 23 novembre al PalaAlpitour di Torino. Queste tutte le date in programma:

  • 19 ottobre Foligno, Pala Paternesi
  • 25-26 ottobre Roma, Palazzo dello Sport
  • 8 novembre Padova, Kioene Arena
  • 9 novembre Rimini, RDS Stadium
  • 15 novembre Bari, Palaflorio
  • 16 novembre Napoli, Palapartenope
  • 22 novembre Milano, Mediolanum Forum
  • 23 novembre Torino, Pala Alpitour

I biglietti per le tappe del tour sono già disponibili sul circuito di prevendita TicketOne a partire da 28,75 euro per alcune delle destinazioni più economiche. Per motivi di bagarinaggio, non è possibile acquistare più di 10 biglietti per singolo account. Intanto per l'estate sono previsti almeno altri due appuntamenti:

  • 20 luglio, Castello di Arco (Trentino) – Concerto acustico
  •  8 agosto, Teatro Greco (Tindari) – Concerto all’alba

Attualmente disponibili in prevendita sul circuito TicketOne ci sono i biglietti dell’appuntamento ad Arco, presso il Castello, il 20 luglio. I ticket partono da 30 euro per un posto in piedi e salgono fino a 38 per il parterre numerato.

La possibile scaletta

Difficile ipotizzare la scaletta che Daniele Silvestri vorrà seguire per il concerto gratuito a Milano presso Piazza Liberty. Al centro dello spettacolo ci saranno sicuramente alcuni brani tratti dal nuovo album “La terra sotto i piedi”, disponibile in CD, LP e download digitale. Ecco la tracklist completa:

  1. Qualcosa cambia
  2. Argentovivo
  3. La cosa giusta
  4. Complimenti ignoranti
  5. Tutti matti
  6. Concime
  7. Scusate se non piango
  8. Prima che
  9. Blitz gerontoiatrico
  10. La vita splendida del capitano
  11. Rame
  12. Tempi modesti feat. Davide Shorty
  13. L’ultimo desiderio
  14. Il principe di fango (solo un lieto fine)

In tanti però sperano che il cantautore romano possa regalare anche alcuni dei suoi maggiori successi come “Le cose in comune”, “Salirò”, “Il mio nemico”, “Occhi da orientale”, “Gino e l’alfetta” e “Ma che discorsi”.