Mietta, il nuovo singolo è “Milano è dove mi sono persa”

Mietta
@Facebook

Torna alla musica la cantante di “Vattene amore”. Mietta torna con il singolo "Milano è dove mi sono persa", in programma c’è anche un tour

Un titolo eloquente: “Milano è dove mi sono persa”. Mietta torna in pista e lo fa pubblicando un nuovo singolo, che sarà disponibile su tutte le piattaforme da venerdì 28 giugno. Nella stessa data sarà pubblicato anche il videoclip ufficiale della canzone, che arriva due anni dopo l’ultimo pezzo dell’artista pugliese, la cover “Historia de un amor” con i Marea. Il pezzo, scritto da Karin Amadori, Valerio Carboni e Vincenza Casati per la produzione artistica di Diego Calvetti, esce per Calma Records/Believe Digital. «Una canzone stralunata, grintosa e passionale, l'ho sentita da subito mia, è arrivata al momento giusto con una “nuova” Daniela, che ha voglia di rimettersi in gioco. Un brano che ricorda come, a volte, per ritrovarsi bisogna perdersi», racconta Mietta. Non è dato sapere se al singolo farà seguito anche un nuovo album, che sarebbe il primo dopo ben otto anni: “Due soli…”, l’ultima pubblicazione dell’artista, è datato ormai 2011.

C’è anche un nuovo tour

Quel che è certo è che, dopo il nuovo singolo e i diversi impegni televisivi che l’hanno vista protagonista di recente, Mietta partirà nelle prossime settimane con un tour nel quale porterà i suoi grandi successi e, ovviamente, anche il nuovo brano fresco di pubblicazione. Il calendario è in aggiornamento, al momento queste le date ufficializzate:

  • Sabato 29 giugno – Morrovalle, Trodica
  • Lunedì 8 luglio – Buccino (SA), tba
  • Domenica 4 agosto – Cirò (KR), festa di San Francesco
  • Sabato 10 agosto – Castignano (AP), Ripaberarda in festa
  • Venerdì 16 agosto – Cannalonga (SA), tba
  • Mercoledì 11 settembre – Avella (AV), Festa Madonna delle Grazie, Piazza Municipio

Un’artista a tutto tondo

Se il successo per Mietta è arrivato con la musica, non si può certo dire che non sia un’artista poliedrica. Il debutto nel mondo dello spettacolo non fu infatti nella canzone, ma come attrice: nel 1987 Daniela Miglietta, che poi adotta il nome d’arte con il quale è nota al grande pubblico, vince un concorso indetto da Radiocorriere TV ed esordisce come attrice nello sceneggiato radiofonico “Nasce una stella”. Nel 1988 fa la sua prima apparizione al Festival di Sanremo con “Sogno”, ma il successo arriva l’anno successivo, nel 1989, quando trionfa nella categoria Nuovi con “Canzoni”, scritta per lei da Amedeo Minghi. Il brano vince anche il premio della critica e poi il Telegatto d’argento come rivelazione dell’anno lanciandola verso la fase più luminosa della sua carriera. Nel 1990 torna per la terza volta consecutiva all’Ariston con quello che è forse il suo brano più famoso, “Vattene amore”, in tandem con Minghi: si piazza al terzo posto ma vende oltre 350 mila copie. Negli anni Novanta si conferma una delle cantanti italiane più apprezzate, ma nel 1996 fa anche il suo esordio al cinema doppiando il personaggio di Esmeralda ne “Il gobbo di Notre Dame” (che gli vale il Premio Walt Disney). L’anno successivo arriva anche la prima “vera” davanti alla camera da presa recitando in “La Piovra 8”. Negli ultimi anni, all’attività musicale, televisiva e cinematografica si è pure affiancata quella editoriale, con la pubblicazione dei romanzi “L’albero di giuggiole” (2011) e “Tra l’acqua e l’olio” (2017).