Festival Show 2019 festeggia i 20 anni e affida la conduzione ad Anna Safroncik

Inserire immagine

Compie vent'anni il Festival Show . Otto date in altrettante città con apertura a Padova e gran finale a Trieste. L'organizzazione è di Radio Birikina e Radio Bella & Monella . La conduzione è affidata ad Anna Safroncik : l'intervista

(@BassoFabrizio
Inviato a Venezia)


Grande festa per i 20 di storia del Festival Show, uno degli appuntamenti musicali più attesi e ambiti dell'estate italiana. La conduzione è affidata ad Anna Safroncik, volto della fiction italiana e attrice riconosciuta a livello internazionale, che quest’anno vestirà per la prima volta i panni di conduttrice di un evento live delle dimensioni di Festival Show, davanti a migliaia di persone! Ad affiancarla Paolo Baruzzo, da sempre al timone del festival organizzato da Radio Birikina e Radio Bella & Monella. Queste le 8 città che si sono aggiudicate una tappa di Festival Show 2019: il 30 giugno in Prato della Valle a Padova, il 6 luglio all’Isola dell’Unione di Chioggia (Venezia), il 25 luglio all’Arenile Madonna dell'Angelo di Caorle (Venezia), l'1 agosto in Piazza Torino a Jesolo Lido (Venezia), l’8 agosto in Piazzale Zenith a Bibione (Venezia), il 20 agosto alla Beach Arena di Lignano Sabbiadoro (Udine), il 23 agosto in Piazza Ferretto a Mestre (Venezia) e il 7 settembre gran finale in Piazza Unità d’Italia a Trieste. Tra i protagonisti ci sono Benji e Fede, Loredana Berté, Nek, The Kolors, Elettra Lamborghini, Lo Stato Sociale, Arisa, Emis Killa, Paola Turci, Shade, Fred De Palma, Federica Abbate e Lorenzo Fragola, Roby Facchinetti, Enrico Nigiotti, Alberto Urso, Patty Pravo, Le Vibrazioni, Chiara Galiazzo, Dear Jack e Pierdavide Carone. Per entrare nelle giusta sintonia ho intervistato Anna Safroncik.

Anna siamo al debutto come conduttrice.
Credo che una attrice, un artista debba essere aperto su ogni aspetto dell'universo audio-visivo.
Sei contenta?
Di più. La sola idea mi elettrizza. Finora la musica la ho vissuta solo da spettatrice.
Non è da tutti. Molti tuoi colleghi non amano cimentarsi in più campi dell'arte.
Non capisco chi non lo fa. Io ho iniziato a teatro, poi sono passato al cinema, ho fatto una incursione nella moda, quindi il musical Cleopatra dove ero Cleopatra, la televisione: sono sempre stata eclettica per questo non comprendo chi sta nel suo orticello.
D'altra parte tanti grandi del passato sono stati eclettici.
Verissimo. Da Dean Martin a Woody Allen fino a Hugh Jackman. Ogni artista ha sempre una parte inedita da regalare.
In futuro dove andrai?
Non lo so ma posso dire che negli anni si cambia. E' questo il bello della vita.
Una anticipazione?
Posso solo dire che a settembre sarò in una serie sul sociale, si parlerà di bambini. Sono certa che il pubblico di Eva apprezzerà.
Torniamo alla musica. Ti senti una ex fan?
In un certo senso sì perché ora ne divento parte. Quel mondo lo ho sempre vissuto da appassionata. So già che farò la pazza.
Tra gli altri ci sono Enrico Nigiotti e Arisa che so che stimi.
Vero. Nigiotti perché è un toscanaccio e Arisa per la sua voce unica.
Canterai anche tu?
Assolutamente no. Lascio lo spazio ai cantanti.
Un duetto?
No. Adoro la musica ma da fan.
Hai una artista preferita?
La mia preferita è Norah Jones, è la colonna sonora della mia vita, mi apre l'anima.
Concerti?
meno di quanto vorrei. Però ho già preso i biglietti per Michael Bublè.
Cosa canti sotto la doccia?
Vado a periodi. Ora Ultimo, fino a poco tempo fa Tiziano Ferro.