Ally Brooke, spopola con Low Key: "Mi amano perché canto la sincerità"

Inserire immagine
Ally Brooke

Low Key è il singolo da solista di debutto di Ally Brooke , che vede la collaborazione del rapper Tyga . Il suo pop che abbraccia le radici latine e un messaggio profondamente personale e stimolante sono, sul finire di aprile 2019, a quota 35 milioni di visualizzazioni su youtbe. L'INTERVISTA

(@BassoFabrizio)

Un sorriso contagioso, un fisico minuto, una voce che lascia il segno. Infatti le visualizzazioni su Youtube del suo singolo di esordio Low Key sono, oggi 26 aprile, quasi 35 milioni. Ally Brooke, 25 anni, nativa di San Antonio ha iniettato freschezza in quel genere fatto di contaminazioni che sposa in sound messicano con quello americano. E piace, lo dicono i numeri. E lo conferma il rapper Tyga che ha contribuito a rendere universale Low Key col suo featuring. Di passaggio in Italia per raccontare il suo progetto e raccontare la sua storia, la ho incontrata a Milano.

Ally so che stai preparando l'album: che canzoni ci farai ascoltare?
Saranno brani che mi rappresentano, ho registrato per molti mesi. Vi prometto tutti brani nuovi, energetici.
So che con questo lavoro vuoi andare oltre i tuoi limiti.
Si tratta di differenti situazioni. Prima essendo parte del gruppo delle Fifth Harmony lavoravo per il gruppo, le logiche e le logistiche che andavano rispettate.
Era un limite per la tua creatività?
Diciamo che c'erano limiti su tutto, dai vestiti al trucco fino ai capelli.
Non ripeteresti l'esperienza?
Non rinnego quel periodo, ci ho messo tutta me stessa. Ma ora ho uno spazio tutto mio  e sono affiancata da persone che credono in me e  da tantissimi fan che mi supportano.
Hai detto che il successo di Low Key è per te una preghiera ascoltata: sei credente?
Credo in Gesù e in Dio, mi hanno cambiata. La dimostrazione la ho avuta nei momenti di frustrazione, quando piangevo da sola, quando non sapevo che fare è poi, improvviso, è arrivato il mio singolo.
C'è il featuring con Tyga.
La mia label mi ha proposto un rapper anche se lo spazio non c’era…poi lo stesso Tyga non sapeva se riusciva per impegni suoi ma uno spazio lo ha trovato. Avere il suo nome sul mio primo singolo è un onore.
I tuo sound è fresco. Spesso dalla musica latina arrivano suoni stereotipati.
La musica latina ha tante sfaccettature e si tende a fare di tutta un’erba un fascio. Ci sono più sfumature, io ne rappresento un’anima e sono felice. Credo, in assoluto, che il genere diventerà sempre più popolare.
Mi dicono che tu sia una popstar timida...
Ero molto più timida quando era giovane. Ora non posso definirmi esuberante ma non ho problemi salvo davanti ad artisti super famosi. La mia carriera mi ha dato la forza per affrontare la situazione.
Senti responsabilità quando scrivi o canti?
La cosa più importante è scrivere cose che mi rappresentino e che sento mie. Non scrivo in base a quello che pensano gli altri. Certo, ho un pubblico giovane e sto attenta nella scrittura. Finora ho proposto solo canzoni con testi leggeri non profondi tranne in una occasione.
La cosa più importante?
Le emozioni e la sincerità in qualunque circostanza sono le prime cose che devono emergere.
Una mattina ti sei svegliata con milioni di visualizzazioni: chissà che gioia.
Non puoi capire. Prendiamo il video: ci ho messo sangue, sudore e lacrime in ogni singola ripresa e nonostante ciò non hai la certezza che venga apprezzato. Poi ho visto che ogni giorno crescevano le visualizzazioni ed è stato estasiante.
Come ti sei gratificata?
Dicendomi: finalmente faccio cose che piacciono al pubblico.
Ti vedremo live in Italia?
Non a breve ma sicuramente quando uscirà il disco ci saranno più possibilità. Esibirmi in Europa è un sogno. Avete luoghi bellissimi dove esibirsi.
So che ami anche la scrittura oltre la musica. Sorprese future?
Hai ragione, mi sto dedicando a diverse cose ma ora la priorità resta l’album. Resto comunque una ragazza che ha delle idee e dei sogni nel cassetto.

Guarda il video di Low Key